Don Roberto Sardelli, il prete dei baraccati: le sue omelie raccolte in un libro

Il fondatore della scuola 725 a Roma

Don Roberto Sardelli, il prete dei baraccati: le sue omelie raccolte in un libro
di Vincenzo Caramadre
2 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Dicembre 2023, 18:03 - Ultimo aggiornamento: 18:04

"Omelie di un prete periferico". Questo il titolo del libro su don Roberto Sardelli, fondatore della scuola 725 a Roma. Le Omelie raccolgono le conversazioni che don Roberto Sardelli tenne sul Vangelo di Marco dall'ottobre 2010 al giugno 2011 presso la parrocchia di San Bernardino a Roma. "Leggere il Vangelo per viverlo insieme è il compito che don Roberto e la comunità parrocchiale si propongono. Viene scelto il Vangelo di Marco perché fa comprendere meglio la realtà sociale e politica al tempo di Gesù. Don Roberto propone le sue riflessioni attingendo alla sua ampia e profonda cultura teologica, filosofica e scientifica e adotta un linguaggio "laico", essenziale, attuale, non moralistico che parla a tutti, credenti e non credenti, e consente di vivere il Vangelo nell'oggi", è stato presentato così il testo edito da Cittadella editrice.

Il cardinale Matteo Zuppi, nella Prefazione, suggerisce di «leggere le omelie con il Vangelo e il giornale in mano per cogliere nel messaggio evangelico la nostra umanità e l'umanità dell'altro e incontrare il Signore nell'esperienza di vita e nell'incontro con il prossimo a partire dalle periferie, dove troviamo l'umanità più vicina a Gesù».

Don Roberto originario di Pontecorvo ha trascorso la sua vita tra gli ultimi, predicando il vangelo e spronando alla cultura.

E' morto a Pontecorvo nel febbraio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA