Detenuto in ospedale, tenta la fuga infilandosi nel buco di un muro: arrestato

Sabato 23 Novembre 2019

Detenuto in ospedale, cerca di evadere passando attraverso l’intercapedine del muro. Protagonista della vicenda, Giorgio Ventura, 26 anni, di Ferentino, arrestato l’altra notte perché autore di una raffica di furti, ai danni soprattutto delle scuole. Era stato portato in ospedale a causa del suo stato psicofisico alterato e si trovava in una stanza idonea allo scopo. Il giovane però ha cominciato a simulare malessere per cui si recava spesso al bagno della stessa camera.

Furti in serie nelle scuole, un arresto

Ad un certo punto i carabinieri hanno sentito un forte rumore, hanno aperto la porta e hanno scoperto Ventura aveva rimosso lo specchio del lavandino e il retrostante pannello della parete in materiale plastico duro, ed una volta introdottosi tra l’intercapedine e gli impianti idraulici ed elettrici, saliva nella controsoffittatura per poi discendere nel bagno attiguo appartenente ad altra stanza idonea alla detenzione di persone in stato di arresto. Prima di fare ciò, si era premurato di simulare la sua presenza al letto, mettendo sotto le coperte i cuscini. Il giovane, però, poco dopo è stato bloccato e portato in carcere.

Ultimo aggiornamento: 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma