COVID

Covid Frosinone: le vaccinazioni per gli over 80 slittano di una settimana. Si parte l'8 febbraio

Sabato 23 Gennaio 2021 di Vincenzo Caramadre

Ritardi nelle forniture Pfizer: le prenotazioni online, per i vaccini agli over 80 anni, slittano di una settimana: si parte, quindi, il primo febbraio. 
Le somministrazioni invece partiranno lunedì 8 febbraio.

In Ciociaria sono poco più di 39 mila gli anziani interessati alla campagna vaccinale che durerà fino al 30 aprile. «Inizialmente - è stato spiegato dall’unità di crisi della Regione Lazio - si partirà con le dosi disponibili, tenendo conto dei richiami in corso, e saranno successivamente aumentate proporzionalmente alla disponibilità dei vaccini. Qualora si dovesse avere una maggiore disponibilità, anche di altre tipologie di vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali, il termine della campagna potrà essere anticipato e coloro che si sono prenotati verranno invitati a vaccinarsi».
La platea degli interessati, tutti over 80 anni, nel Lazio è di circa 470 mila persone, mentre in Ciociaria, come accennato, sono 39 mila. Ma saranno considerati prenotabili anche coloro i quali compiranno 80 anni durante il 2021. 
«Per prenotarsi - è stato spiegato sempre dall’unità di crisi - basta il codice fiscale e può farlo anche un parente o un famigliare. Inoltre sempre dal Primo febbraio verrà messo a disposizione un apposito numero per un supporto telefonico alle modalità di prenotazione online».

Si partirà con oltre 60 punti di vaccinazione distribuiti in tutto il territorio laziale, che potranno essere ampliati fino a oltre 100 seguendo la disponibilità delle dosi di vaccino. In Ciociaria, come già comunicato dall’Asl, le vaccinazioni potranno essere eseguite anche presso le Case dalla Salute. Per quanto riguarda i medici di medicina generale finora sono oltre 700 coloro che nell’intera Regione hanno aderito. In Ciociaria sono 75 i medici di famiglia che eseguiranno i vaccini. «Ma, considerando le difficoltà di fornire super frigoriferi da -80 gradi agli studi medici, è facile pensare che i medici di famiglia scenderanno in campo quando avremo altri vaccini» spiega la direttrice Asl, D’Alessandro.
L’allusione è ai vaccini di Moderna o di AstraZeneca che si conservano in normali frigo a -2 gradi.
 

Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA