Covid Frosinone: oggi 54 positivi, 139 negativizzati e 4 decessi. A novembre oltre 6mila contagi: il doppio di ottobre

Covid Frosinone: oggi 54 positivi, 139 negativizzati e 4 decessi. A novembre oltre 6mila contagi: il doppio di ottobre
di Pierfederico Pernarella
4 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Novembre 2020, 03:30 - Ultimo aggiornamento: 14:56

Il bollettino sull'andamento del Covid in provincia di Frosinone per oggi 30 novembre conta 54 positivi su 574 tamponi (quelli eseguiti nella giornata di domenica 29 novembre), 139 negativizzati e 4 decessi. Le vittime sono un uomo di 83 anni residente a Anagni, un uomo di 46 anni residente a Anagni (patologie pregresse), un uomo di 72 residente a Pontecorvo (patologie pregresse) e una donna di 92 anni residente a Roma (patologie pregresse).

Questo il dettaglio dei contagi nei Comuni nelle ultime 24 ore:

Con questi numeri va verso la chiusura quello che è stato il mese più nero da quando, nel marzo scorso, è iniziata l'epidemia. A novembre i nuovi casi positivi sono stati 6.359, per una media di oltre 222  ogni 24 ore. Nel mese di ottobre si erano registrati 3538, una media giornaliera di oltre 114 persone positive ogni 24 ore, nel mese di settembre i positivi erano stati 223. Insomma un aumento esponenziale dei contagi che si è fatto sentire sul dato più drammatico: i decessi. Sono state 92 i morti in un mese, con una media di 3 vittime al giorno. Nel mese di ottobre erano stati 10 e a settembre zero. 

La Ciociaria resta osservata speciale, come ha fatto sapere ieri la Regione Lazio, dopo la a videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl .

«Il valore RT regionale rimane stabile a 0.8 e la valutazione del rischio scende a moderata. A Roma il valore RT è 0.68, a Latina 0.65, Frosinone 1.35, Rieti 0.88 e Viterbo 0.95. Monitorata la situazione di Frosinone anche se trend appare in calo», ha spiegato nei giorni scorsi l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

La Asl di Frosinone però è fiduciosa: «L’andamento attuale è confortante per la nostra provincia. Infatti, l’indice di incidenza sta calando in modo significativo in tutti i distretti della ASL. La prossima settimana se l’attuale trend sarà confermato, avremo indici epidemiologici ancora migliori che ci permetteranno di allinearci ai valori medi regionali anche nei parametri che adesso ci vedono lievemente svantaggiati».

Questo il grafico sulla curva dei contagi nel mese di novembre diffuso dalla Asl:

Il direttore generale della Asl di Frosione, Pierpaola D’Alessandro, si mostra ottimista rispetto all’alert acceso ieri dalla Regione Lazio per la Provincia di Frosinone, l’unica nel Lazio con un indice di trasmissione (Rt) del virus superiore al fatidico uno. In Ciociaria è pari a 1.35. Ma la manager è fiduciosa perché l’andamento dei contagi avrebbe preso la strada della discesa.

E in effetti da oltre una settimana la media dei contagi si è attestata sotto i 200 casi, ma questo anche perché più o meno dal 20 novembre è diminuito anche il numero dei tamponi. Stando ai dati forniti giornalmente dalla Asl attualmente la media è di circa 1.500 test al giorno. Nelle settimane scorse, escluse le domeniche, sempre in base ai dati forniti da fonti Asl, venivano eseguiti circa 2.500 tamponi al giorno. Quindi il rapporto tra tamponi e nuovi positivi è più o meno lo stesso.

D’altra parte l’indice di trasmissione dei contagi comunicato ieri dalla Regione Lazio si presume che sia riferito agli ultimi giorni e quindi comprenda anche il recente calo indicato dalla Asl. Quindi la situazione di criticità persiste, ma lascia sperare. La D’Alessandro ribadisce: «Il progresso statistico è comunque evidente e spinge tutti i nostri operatori a continuare a dare il massimo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA