BOLLETTINO

Covid Frosinone, oggi 149 nuovi positivi e altri 5 morti. La mappa dei contagi nei Comuni

Venerdì 2 Aprile 2021
Covid Frosinone, oggi 149 nuovi positivi e altri 5 morti. La mappa dei contagi nei Comuni

Il bollettino della Asl di Frosinone diffuso oggi 2 aprile sull'andamento dei contagi Covid registra 149 nuovi positivi e  236 negativizzati su 1.998 tamponi. 

Sempre alto il numero dei decessi, 5 nelle ultime 24 ore: : un uomo di 59 residente a Frosinone, un uomo di 91 anni residente a Veroli, un uomo di 50 anni residente ad Arnara, un uomo di 67 anni di Ferentino e una donna di 78 anni di Isola del Liri.  

Sono 2.882 le persone in isolamento domiciliare nella Provincia di Frosinone a fronte degli oltre 3.300 dell’inizio di marzo, esito questo delle misure della zona rossa anticipatoria.  
 

 Questa nel dettaglio  la situazione dei contagi nei Comuni:

Intanto tornano le incognite sulle forniture di Astrazeneca. A lanciare l'allarme ieri è stato l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato: «Se non arrivano le dosi, saremo costretti a sospendere il piano vaccinale». Un campanello d'allarme che suona come una beffa a pochi giorni dall'avvio della vaccinazione di massa che in Ciociaria ha fatto superare le 13 mila dosi inoculate in una settimana.

La Asl ha ampliato la mappa delle sedi vaccinali. AstraZeneca viene somministrato nelle Case della Salute di Pontecorvo, Atina, Ceccano, Anagni. Il vaccino Pfizer viene somministrato negli ospedali di Frosinone, Cassino, Sora, Alatri, nella Casa della Salute di Ceprano che al momento è destinata esclusivamente ai pazienti fragili già in carico presso l'Asl. Poi in questi ultimi giorni si è aggiunta anche struttura privata convenzionata: l'INI- Città Bianca di Veroli, ma anche i n questo caso per le prenotazioni bisogna fare riferimento sempre a Regione e Asl.

«Se nelle prossime 24 ore non arrivano i 122 mila vaccini di Astrazeneca previsti siamo costretti nostro malgrado a sospendere le vaccinazioni. Mi auguro ha spiegato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato - che tale sospensione venga scongiurata. Abbiamo messo in esercizio una macchina imponente che non deve fermarsi. Da ieri notte abbiamo aperto le prenotazioni anche per l'età 66 e 67 e sono già oltre 36 mila i prenotati. Abbiamo un milione di prenotazioni da qui a maggio. Servono i vaccini».

Ultimo aggiornamento: 3 Aprile, 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA