Frosinone, per la ripartenza post virus si punta anche sulle opere d'autore e sulla street art: fondi per la creatività

Giovedì 9 Luglio 2020 di Stefano De Angelis


Settore dell'arte e dell'associazionismo da un lato, quello dei trasporti su rotaie per incentivare il flusso di visitatori dall'altro. Uno degli obiettivi del post emergenza virus è risollevare il comparto del turismo, anche in Ciociaria tra quelli maggiormente colpiti dalla pandemia e dal lungo periodo di chiusura delle attività.

La Regione ha stanziato 1,2 milioni di euro a sostegno dell'arte contemporanea e della street art. Sono stati presentati due nuovi avvisi pubblici: il primo prevede una dotazione di un milione per la creazione di opere d’arte da parte di giovani artisti e creativi under 35 della regione, quindi anche della Ciociaria, mentre il secondo destina 200mila euro a fondo perduto per l'esecuzione di lavori di street art, l'arte di strada.

Il bando “Lazio Contemporaneo” riserva la somma di 400mila euro (cioè il 40% del milione finanziato) a progetti da realizzare al di fuori del territorio di Roma Capitale nel campo della scultura, pittura, disegno, fotografia o architettura, anche in abbinamento con la musica, la danza, la poesia o il cinema, tramite l’utilizzo di tecnologie multimediali e digitali. Sono incluse anche le installazioni e gli allestimenti pensati per essere inserite in un determinato luogo o ambiente. “L’avviso - hanno spiegato dalla Regione - è rivolto ai creativi residenti o che studino nel Lazio che non abbiano ancora compiuto il 35esimo anno di età, ma anche agli enti privati che abbiano personalità giuridica, comprese le imprese. La Regione ha scelto la sostenibilità, l’identità dei luoghi e delle comunità e l’integrazione e valorizzazione delle diversità contro ogni disuguaglianza come tematiche”. Le opere dovranno essere a disposizione entro giugno 2021. Ciascun progetto potrà essere finanziato per un massimo di 50mila euro, con un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammesse.

STREET ART
L'altro avviso pubblico, invece, è dedicato alla street art con contributi ai Comuni, che potranno anche associarsi nell'ambito della stessa provincia. L'obiettivo è di promuovere questa forma di arte urbana “in grado di contribuire, per la sua forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio, a rigenerare, riqualificare e valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città”. Dei 200mila euro disponibili, 25mila saranno assegnati a ciascuno dei cinque territori provinciali, mentre 75mila a Roma Capitale. Le opere di street art ammesse, murales, mosaici o installazioni, dovranno ispirarsi a tematiche precise: l’identità del luogo in cui si colloca; l’integrazione e il rispetto delle differenze; l’ambiente, la natura e la sostenibilità; il patrimonio storico e artistico del territorio. 

ASSOCIAZIONI
Con altri due bandi, già pubblicati, la Regione punta a sostenere le associazioni culturali e di promozione sociale. Messi a disposizione, in totale, due milioni di euro: uno per i costi di locazione dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 e un altro milione per le attività nell’ambito culturale e di animazione territoriale.

In campo, inoltre, sul fronte della mobilità, è sceso anche il gruppo Fs italiane. Trenitalia, infatti, ha annunciato che per l'estate 2020 saranno disponibili oltre 830 treni regionali sui binari del Lazio con l’obiettivo di favorire i flussi anche verso i piccoli borghi e le città d’arte supportando l'economia legata al turismo. Da qualche settimana, inoltre, in Ciociaria, è sbarcata l'alta velocità, con due fermate a Frosinone e a Cassino.

Ultimo aggiornamento: 21:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA