Turismo, si registra un calo del 23% rispetto a un anno fa

Domenica 5 Luglio 2020


Primi dati sul movimento dei turisti che interessa la Ciociaria. Si registra un pesante calo del 23% rispetto allo scorso anno, a causa delle incertezze, paure e difficoltà economiche. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti nel primo week end del mese, che segna tradizionalmente l’inizio delle grandi partenze, condizionate quest’anno dal Coronavirus.
Stando, inoltre, al rapporto sull’economia del Lazio realizzato dalla Banca d’Italia, risulta che i comparti più colpiti dalle misure per contrastare l’emergenza sanitaria, siano il commercio (pari al 10,5 per cento del valore aggiunto) e quelli legati al turismo, come l’alloggio e la ristorazione (il 3,7 per cento del valore aggiunto regionale).
Le vacanze 2020 registrano comunque una netta preferenza degli italiani verso le mete nazionali. L’Italia resta dunque la destinazione privilegiata, scelta per il 93% degli intervistati. La novità di quest’estate sta anche nel fatto che 1 italiano su 4 (25%) ha scelto una destinazione vicino casa, all’interno della propria regione di residenza. Un segnale positivo per le 1280 aziende agrituristiche del Lazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA