Il coronavirus rialza la testa, tre nuovi contagi in provincia di Frosinone

Domenica 28 Giugno 2020

Torna il coronavirus in Ciociaria: in ventiquattr’ore ci sono stati 3 casi tra Monte San Giovanni Campano, Frosinone e Fiuggi

Una donna affetta da altre patologie, nella serata di venerdì, è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale "Santissima Trinità" di Sora. Immediatamente i sanitari, insospettiti, da alcuni sintomi le hanno eseguito il tampone naso-faringeo che, qualche ora dopo, ha dato esito positivo al coronavirus. Si tratta di un’anziana di Monte San Giovanni Campano che è in buone condizioni di salute. L’Asl ha provveduto, con tempestività, a sanificare i locali del pronto soccorso.  

LEGGI ANCHE ---> Focolai a Roma, 7 nuovi positivi: sono tutti di una famiglia tra Anzio e Ardea

Altri due casi sono stati registrati sempre negli accessi dal pronto soccorso: uno a Frosinone e l'altro a Fiuggi. Nessuno è in gravi condizioni. 

Il sindaco di Fiuggi, Alioska Baccarini, ha affermato: «Sono stato contattato dalla Asl di Frosinone, che purtroppo mi ha comunicato un nuovo caso di positività al Covid-19 a Fiuggi. Si tratta di un uomo immune-depresso proveniente da struttura sanitaria romana. I contatti diretti tutti già posti in quarantena. Nessun allarmismo ma molta, molta prudenza».

 In totale nel Lazio i positivi sono stati 18, tutti fra Roma e provincia. Salgono a 698 i casi di Covid in Ciociaria dall’inizio della pandemia, mentre i morti per fortuna sono fermi a 58. L’emergenza non è finita è stato affermato a più riprese dalle autorità sanitarie.

LEGGI ANCHE---> Coronavirus, cambiano i consumi meno auto, più computer e lavatrici

«Rinnovo l’invito a tutti i ristoratori al rispetto dell’ordinanza che prevede che venga richiesto per ogni tavolo almeno un recapito telefonico, una misura fondamentale per il tracciamento dei contatti» è stato il commento dell’Assessore Regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.  

 

Ultimo aggiornamento: 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani