Consorzio Asi Frosinone, in autunno le rotatorie lungo l'Asse Attrezzato

foto
Venerdì 15 Maggio 2020, 05:50 - Ultimo aggiornamento: 09:56

L’approvazione del Bilancio non è stato solo un atto formale. E’ stato il momento in cui il presidente dell’Asi, Francesco De Angelis, ha annunciato altri finanziamenti e, l’avvio di importanti opere nell’area industriale di Frosinone.

Dunque, ora che il Bilancio è stato approvato (all’unanimità) possono partire i lavori per due rotatorie lungo l’Asse Attrezzato: una nei pressi di Carrefour e una nei pressi del casello autostradale. Due interventi da 700 mila euro ciascuno. Contemporaneamente partirà il cantiere sulla strada dell’area industriale di Arpino. Importo:  un milione e 50 mila euro.

Con esso anche il cantiere sulla strada dell’area industriale di Ceccano. Importo: un milione e 100 mila euro.
«Sono quattro interventi attesi da anni per favorire  la viabilità e per migliorare le nostre infrastrutture - spiega il presidente De Angelis - I lavori inizieranno in Autunno e saranno i primi di una lunga serie di opere finanziate».
È la conferma di una situazione patrimoniale solida dell’Ente nonostante la riduzione del fatturato dovuta anche alle difficoltà dettate dall’emergenza Covid-19. Durante il meeting, è stato illustrato il Protocollo d’intesa firmato con la Regione Lazio e Astral, che prevede un finanziamento di circa 13 milioni per la realizzazione di ben sedici opere dell’intera area industriale: si tratta di un intervento di straordinaria importanza per rendere maggiormente competitivo e attrattivo il nostro territorio. Un ammodernamento non più rinviabile per tutta l’area industriale e per il sistema delle imprese, con una grande attenzione che sarà posta sul decoro con riqualificazioni accompagnate da aree verdi, segnaletica nuova, sistemi di videosorveglianza, illuminazione.
Ma nel corso dei lavori il presidente De Angelis ha annunciato un altro importante finanziamento, quello della Legge 46.

«Il rifinanziamento della legge 46 con 3,5 milioni – prosegue De Angelis – è un altro importante risultato raggiunto per la Provincia di Frosinone: con questi fondi, il consorzio Asi presenterà un progetto di circa 2 milioni per l’ammodernamento e la mitigazione ambientale per l’impianto di depurazione di Ceccano. Una scelta che conferma l’attenzione e il forte impegno finanziario del consorzio per la tutela dell’ambiente e del territorio: in cinque anni sono stati finanziati e realizzati interventi per circa 5 milioni per gli impianti di depurazione di Ceccano e di Villa Santa Lucia».

Va precisato che il depuratore di Ceccano è nevralgico per tutta la zona industriale visto che in esso scaricano gran parte delle aziende della zona. «Noi provvederemo ai lavori (il progetto è già pronto)  - spiega De Angelis - poi passeremo la gestione alla società AeA».

© RIPRODUZIONE RISERVATA