I ladri approfittano del nubifragio e svaligiano una profumeria, colpo grosso in pieno centro a Ceccano

Martedì 29 Settembre 2020 di Marco Barzelli
La profumeria Cipria di Ceccano

La profumeria Cipria, sita al centro di Ceccano, è stata letteralmente saccheggiata nella notte tra domenica e lunedì. A occhio e croce, mentre è tuttora in corso l’inventario, si parla di un colpo da decine di migliaia di euro messo a segno probabilmente non da uno ma più ladri, riusciti ad aprire la serranda automatica, forzare la porta d’ingresso e fare razzia approfittando del temporale notturno.

Prima di darsi alla fuga con l’ingente bottino, consistente principalmente in costosi profumi e prodotti di bellezza, gli autori del furto hanno anche richiuso la saracinesca per non destare sospetti nell’immediato. Sin dalla mattinata di ieri si sono messi sulle loro tracce i carabinieri di Ceccano, che si sono avvalsi altresì dell’apporto della Scientifica per il rilevamento di impronte digitali lasciate potenzialmente sul posto. Si sospetta, ovviamente, che possa trattarsi di malviventi già noti alle forze dell’ordine.

A seguire, inoltre, è scattata la richiesta delle immagini riprese dalle tre telecamere comunali presenti in zona e, fino a prova contraria, date per funzionanti. Le stesse, in tal caso, hanno sicuramente immortalato chi, anche se a volto coperto, si è introdotto in maniera indisturbata all’interno del negozio tramite l’entrata principale. Quella che dà sulla strada principale, via Madonna della Pace, ed è di conseguenza ben più esposta rispetto alla porta laterale di via Armando Diaz.

Dalla nota attività commerciale, nello specifico, è stato portato via un immenso quantitativo di profumi, cosmetici e trucchi di marca nonché, tra l’altro, svariate lamette da barba. Non sembra esser stata riservata la stessa attenzione, invece, alla sezione dedicata all’altrettanto griffata pelletteria, ma non si esclude la sottrazione di borse e altri accessori da donna da scaffali ed espositori posti sul retro della profumeria.

La proprietaria di Cipria si è resa conto del furto intorno alle 8.30, al momento dell’apertura mattutina. Non appena è andata ad azionare la saracinesca, infatti, si è immediatamente accorta che il selettore a chiave era stato manomesso assieme al pannello dell’antifurto. Preso atto della situazione, è partita così la chiamata della derubata al 112 e sono accorsi i militari locali dell’Arma per un primo sopralluogo. A ruota la loro richiesta di intervento da parte del succitato Reparto investigazioni scientifiche per le analisi del caso.

L’apposita denuncia sarà sporta nella mattinata di oggi presso la stazione di Giuliano di Roma, dove sono stati dislocati da oltre sette mesi i carabinieri fabraterni in attesa della conclusione dei lavori presso la caserma cittadina. A fornire indizi agli inquirenti, nel frattempo, potrebbero essere i filmati del sistema di videosorveglianza. Se i ladri sono schedati e hanno agito senza guanti e accortezza, invece, saranno incastrati dalle loro impronte.

Ultimo aggiornamento: 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA