Cassino, botti di capodanno: maxi sequestro della
Guardia di Finanza. Due denunce

di Vincenzo Caramadre
A pochi passi da ville e strade, su una collina a ridosso del centro di Cervaro, avevano messo su un vero e proprio spettacolo pirotecnico che, allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre scorso, avrebbe dovuto tenere tutti con il naso all’insù, ma, a quanto pare, non erano autorizzati e, soprattutto, i fuochi erano di origine cinese, privi del marchio di qualità e giudicati tra i più pericolosi che ci sono in circolazione.
Per questo c’è stato un maxi sequestro di botti e la denuncia a piede libero alla Procura di Cassino di due persone: un cassinate e un pontino.
Capodanno da dimenticare per chi, a Cervaro, aveva organizzato lo spettacolo pirotecnico, perché la Guardia di Finanza del Gruppo di Cassino ha sequestrato quasi tre quintali di pericolosissimi botti illegali.
Mercoledì 3 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP