Botte all'amante del marito e minacce alla figlia, a giudizio

Botte all'amante del marito e minacce alla figlia, a giudizio
di Marina Mingarelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 11 Settembre 2022, 08:18

Minaccia di morte la figlia dell'amante del marito, casalinga cinquantenne di Frosinone finisce sotto processo.
Dopo aver scoperto che il marito la tradiva la donna aveva giurato di vendicarsi. Quella persona che aveva strappato il coniuge alla sua famiglia doveva pagarla cara. Così quando l'aveva incontrata sul marciapiede di una città del litorale pontino, l'aveva aggredita fisicamente prendendola per i capelli e riempiendola di schiaffi. Dopo quel pestaggio a cui ovviamente ha fatto seguito una denuncia per lesioni, le cose sembrava che si fossero messe per il meglio.
 Il marito, un noto professionista del capoluogo ciociaro era ritornato sui suoi passi e pentito di quel tradimento aveva fatto ritorno a casa.

La casalinga dopo quella richiesta di perdono aveva promesso a se stessa di metterci una pietra sopra, in fondo nella vita, aveva detto, tutti possono commettere degli errori. L'importante è ravvedersi e cominciare a camminare di nuovo sulla retta via. Ma l'amante, una commerciante molto avvenente di 45 anni che gestisce un locale nella parte bassa della città non si era data per vinta ed aveva fatto di tutto per riprendersi quello che lei considerava l' uomo della vita. Ed alla fine il professionista ci era ricaduto. Ancora una volta si era ritrovato per la strada con la valigia in mano pronto a ricominciare un'altra vita.

La moglie però nonostante il coniuge le avesse parlato apertamente, dicendole che tra loro l'amore era finito e che aveva intenzione di separarsi, aveva fatto il putiferio. Invece però di affrontare l'amante del coniuge aveva preferito mettere a segno un colpo basso toccando quello che la rivale aveva di più caro, vale a dire la figlia adolescente. La casalinga aveva atteso che la ragazzina uscisse di casa. Poi lontano da sguardi indiscreti l'aveva fermata . E dopo aver insultato lei e la madre l'aveva minacciata di morte, dicendole che le avrebbe ammazzate tutte e due se soltanto provavano a far entrare il marito dentro casa.
La ragazza, spaventata da quelle parole, era subito corsa dalla mamma per raccontarle l'accaduto. La donna che aveva accettato ogni tipo di sopruso e di angheria da parte di quella signora non ha affatto digerito che avesse coinvolto la figlia in una vicenda che riguardava soltanto loro tre. Quella ragazzina che aveva cresciuto con tanto amore doveva restare fuori da questa storia e nessuno si doveva permettere di insultarla e di minacciarla di morte. Da qui la denuncia nei confronti della casalinga che adesso è finita sotto processo. Nei prossimi giorni l'imputata dovrà comparire davanti al giudice per rispondere del reato di minacce aggravate. La vittima parte offesa di questa vicenda sarà difesa dall'avvocato Luca Solli.
Marina Mingarelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA