Borgomeo presidente di Unindustria Cassino

Venerdì 27 Novembre 2020 di Elena Pittiglio


Unindustria ha un nuovo presidente per l'area comprensoriale  del Cassinate. È Francesco Borgomeo, presidente della Saxa Gres  di Anagni e della Saxa Grestone Spa di Roccasecca. A nominarlo è stato il presidente di Unindustria Lazio Angelo Camilli. Borgomeo, 53 anni, da qualche anno opera in provincia dove è impegnato a sostenere il progetto dell'ecodistretto ceramico del Lazio Sud. Un progetto iniziato nel 2009 rilevando lo stabilimento Marazzi  sud di Anagni che gli consente di avviare  un processo di riconversione industriale. Nel 2017 aggiunge al sito di Anagni, specializzato nello urban pavings e nel gres porcellanato da esterno, un secondo sito a Roccasecca. Nella città di San Tommaso rileva la Ideal Standard, destinata alla chiusura, e la converte nella Grestone, specializzata nei sampietrini in pietra ceramica realizzati sulla base di un brevetto esclusivo dal gruppo, riuscendo a salvare circa 400 posti di lavoro. Un'operazione, quella di assicurare un futuro alle centinaia di  famiglie dei Roccasecca  e dei centri limitrofi,  che  fa conquistare a Borgomeo l'appellativo di uomo della provvidenza'. 
L'ESPANSIONE
Poco più tardi nella galassia dei siti industriali entra anche Tagina (storico marchio della ceramica di interni) e Centro Impasti  Ceramici che fornisce la base per i prodotti realizzati tra Lazio e Umbria. Nel ringraziare il presidente Camilli e tutti gli imprenditori, in modo particolare quelli del Cassinate, per la fiducia accordatagli Borgomeo dichiara: «Il mio impegno sarà quello di stare vicino a quegli imprenditori e a quelle imprese che su questo territorio lavorano e producono e che, per molti aspetti, sono il simbolo della ripresa economica della nostra regione». Il presidente dell'area del Cassinate anticipa il punto di forza del suo mandato: l'ascolto. «Favoriremo - afferma - occasioni e momenti di ascolto rivolti a tutte le aziende del territorio per un supporto sempre più efficace, soprattutto in questo momento di emergenza economico-sanitaria».
Continua a pag. 57

© RIPRODUZIONE RISERVATA