Bambini giocano nel giardino
di casa e spunta
un nido di calabroni gigante

Domenica 20 Gennaio 2019 di Roberta Pugliesi
Enorme nido di calabroni minaccia bambini che giocano a pallone. Immediato l’intervento di un esperto che lo ha rimosso a mano e bruciato. È accaduto ieri in zona Selva a Sora dove alcuni bambini stavano giocando con la palla nel giardino dinanzi la loro abitazione. Ad un certo punto, il pallone è volato sul tetto ed uno dei bimbi ha chiesto alla nonna di andare a riprenderlo.
La signora è entrata nella rimessa per salire al piano superiore ed è stato in quel momento che ha notato qualcosa di strano che pendeva dalle travi del soffitto. Ha capito subito che si trattava di un nido di calabroni anche perché, pochi mesi fa, la stessa donna era finita in ospedale per la puntura di questi insetti ed era stata ricoverata per diverso tempo. Quella volta era stata punta mentre col decespugliatore stava tagliando l’erba del giardino.

Ieri mattina, invece, ha agito con prontezza e ha contattato il signor Massimo Di Ruscio di un team che si occupa della rimozione dei pericolosi nidi. Di Ruscio è arrivato immediatamente sul posto e munito dell’attrezzatura necessaria ha staccato il nido e lo ha trasportato in un posto sicuro dove gli ha dato fuoco distruggendolo.
«È un’anomalia trovare un nido del genere con i calabroni vivi e attivi al suo interno con queste temperature così rigide ed è proprio in questo contesto che diventano particolarmente aggressivi e pericolosi. La signora in un primo momento mi ha detto che le sembrava di aver visto una busta di carta. In realtà, l’aspetto a volte può ingannare i non addetti ai lavori ma in questi casi è sempre opportuno tenersi a distanza ed evitare in qualsiasi modo di toccarli». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma