Auto in fiamme ad Aquino: s'indaga.

Sabato 7 Settembre 2019 di Vincenzo Caramadre
Un boato e poi le fiamme. È la sequenza di quanto accaduto venerdì notte ad Aquino, dove in piazza San Tommaso è andata a fuoco un’auto. S’indaga per incendio doloso. Ciò vuol dire che i carabinieri sospettano che, dietro quel rogo, ci sia la mano di qualcuno. L’auto, una Polo di proprietà di un’insegnante, era parcheggiata in un lato di piazza San Tommaso, a due passi dalla cattedrale. Nel cuore della notte, alle 3.45, improvvisamente, i residenti sono stati svegliati da un boato. Le fiamme, altissime, in pochi minuti hanno avvolto l’auto. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, assieme ai colleghi di Aquino. I vigili del fuoco hanno impiegato un’ora circa per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la zona. Gli accertamenti, sin da subito, hanno portato a galla la possibile natura dolosa del rogo, perché le fiamme sarebbero partite da un lato del mezzo. Gli uomini del capitano Tamara Nicolai hanno così informato il magistrato di turno alla Procura di Cassino, la dottoressa Fusco, che ha disposto il sequestro dell’auto e l’avvio delle indagini. La verità potrebbe arrivare dalle immagini delle telecamere del circuito di sicurezza presenti in piazza San Tommaso.
LA SOLIDARIETA' DEL SINDACO 
«Come amministrazione comunale - ha detto il sindaco Libero Mazzaroppi - abbiamo subito messo a disposizione dei carabinieri tutte le immagini delle telecamere che ci sono nella zona. Ho contattato la proprietaria dell’auto per esprimerle, a nome di tutta la comunità, la solidarietà. Ancora non sappiamo se si tratti di gesto doloso. C’è il sospetto. Se fosse così, auspichiamo che gli autori siano individuati al più presto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma