Auto d'epoca, con Ruote nella storia tuffo nel passato e nuove conoscenze

Auto d'epoca, con Ruote nella storia tuffo nel passato e nuove conoscenze
3 Minuti di Lettura
Martedì 4 Ottobre 2022, 09:11 - Ultimo aggiornamento: 09:13

Auto d'epoca, borghi antichi, sicurezza stradale e cultura. Sono stati questi gli ingredienti vincenti della giornata Ruote nella Storia di domenica nella Val di Comino, grazie alla perfetta organizzazione di Aci Frosinone e del club Mac Valle del Liri. L'evento faceva parte della rassegna di auto storiche itinerante di Aci e I Borghi più belli d'Italia che non poteva non toccare anche la Ciociaria con i suoi splendidi centri storici e paesaggi. La carovana si è ritrovata al mattino nella delegazione Aci di Sora Overservice e, dopo la colazione, si è diretta ad Atina, passando per l'altra delegazione di zona per i controlli. All'arrivo in centro le splendide vetture si sono disposte nelle due piazze principali sotto l'occhio attento degli ufficiali di gara della Aufg, mentre gli istruttori della SafetyDriveSchool cominciavano le loro lezioni di educazione stradale supportati dai colleghi della struttura Ready2Go Aci e al loro innovativo simulatore di guida 3D in dotazione alle autoscuole della rete.

Al Mac Valle del Liri l'onere e l'onore di gestire tutta la parte delle iscrizioni che hanno visto la partecipazione di ben 41 equipaggi per circa 90 persone. Presente anche una folta delegazione del Club affiliato Aci storico di Anzio Canves, capitatato dal presidente Cimmino. In tarda mattinata, poi, tutti nello splendido salone delle cerimonie di Castello Ducale dove l'amministrazione Valente e la locale pro loco hanno dato il benvenuto e scambiato alcuni presenti con gli organizzatori. A quel punto di è passati al momento culturale con la presentazione del libro Il Sorpasso- viaggio nell'Italia del boom in occasione dei sessant'anni del celebre film con Gassman a cura dell'autore Gerry Guida e del presidente Aci Maurizio Federico. Non a caso il Trofeo per l'auto più rappresentativa quest'anno è andato proprio ad una Lancia Aurelia B24 convertibile, come quella protagonista del primo road-movie italiano, e al suo giovane proprietario Gabriele Santucci.Il pranzo sociale e le premiazioni presso il frantoio La Marina' di San Donato Valcomino hanno chiuso la giornata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA