Alatri, va troppo piano e lo picchia: automobilista incastrato dalle telecamere

L'aggressione nel quartiere di Bitta, denunciato un 46enne

Alatri, va troppo piano e lo picchia: automobilista incastrato dalle telecamere
di Andrea Tagliaferri
3 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Novembre 2022, 08:48 - Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 07:50

Aggressione in strada per colpa del traffico, 46enne denunciato grazie alle telecamere di videosorveglianza. È quanto accaduto a metà ottobre nel quartiere di Bitta, protagonisti due uomini, un 46enne e un 64enne, entrambi residenti in un piccolo comune del comprensorio. I due automobilisti, dopo un breve inseguimento in auto, sono scesi per strada e hanno innescato una lite, dapprima a parole, poi venendo alle mani; il motivo pare sia legato al fatto che il sessantenne, secondo l'altro guidatore, procedesse troppo lentamente sulla carreggiata.

Il diverbio, tuttavia, ha preso subito una brutta piega, tanto che il 46enne ha alzato le mani sul compaesano che ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso dell'ospedale di Alatri, uscendone con ben 20 giorni di prognosi. Il tentativo di fermare ed identificare l'aggressore da parte della vittima, tuttavia, non è andato a buon fine, perché l'uomo è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Ma l'aggressore, evidentemente, non ha tenuto conto della presenza delle telecamere di videosorveglianza che hanno aiutato gli uomini del Comando di polizia locale ad identificarlo e denunciarlo a piede libero.

LE ALTRE VIOLAZIONI

Ma non è solo questo il risultato raggiunto grazie alle immagini registrate dalle tante telecamere che ormai coprono quasi tutto il territorio comunale alatrense, tra videosorveglianza classica ed eco-cam (specializzate in reati ambientali). Secondo quanto raccontato dal Comandante Nicola Bucciarelli, infatti, sono decine le persone identificate mentre gettano rifiuti senza rispettare le norme, in particolare coloro che hanno la cattiva abitudine di lasciare immondizia davanti ai cassonetti dedicati alla raccolta di abiti usati. Diversi cittadini, nelle settimane scorse, sono stati individuati e convocati in Comando per i riscontri, finendo, spesso, per essere sanzionati e, nel caso di ditte, anche denunciati per reati ambientali.

Le immagini di videosorveglianza, tra l'altro, sono ormai uno strumento costantemente utilizzato anche dai carabinieri di Alatri che, grazie alla sinergia con il Comando di polizia locale, chiedono ed ottengono l'accesso ai filmati per diverse tipologie di indagini come, da ultimo, la ricostruzione della dinamica dell'investimento di una donna anziana sulle strisce pedonali. Il fatto è avvenuto martedì mattina sempre in località Bitta e la donna coinvolta è rimasta ferita riportando delle fratture per la quale è in cura presso il San Benedetto.

Da ultimo, va segnalato che proprio in questi giorni il Comando di polizia locale sta indagando sui numerosi atti vandalici che si sono registrati nell'area dell'Acropoli di Civita, in particolare sul lancio di oggetti dalle mura a danno delle vetture parcheggiate e sul danneggiamento dei resti del Portico di Betilieno Varo. Anche in questi casi l'ausilio delle videocamere pare si stia rivelando indispensabile e, a breve, potrebbe portare all'individuazione del responsabili visibili nelle immagini registrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA