Da una favela brasiliana al Festival Romaeuropa arriva la “Furia” di Lia Rodrigues

Furia è un “tableau vivant”, «ricco di energie, non attiene solo all’essere “furiosi” è l’energia che si mette nella creazione artistica; è un incontro di significati. Siamo sul palco, possiamo parlare di sogni, di possibilità di fuga», spiega la coreografa brasiliana Lia Rodrigues per presentare il suo spettacolo, dal 17 al 19 settembre all’Auditorium Parco della Musica, per l'inaugurazione del Romaeuropa Festival

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani