Con il Maestro Valčuha e uno spettacolo dal forte impatto visivo, torna a Bologna Tristan und Isolde

Un Tristan und Isolde (Tristano e Isotta) dal forte impatto visivo, intessuto di citazioni concettuali che sconfinano nell’arte contemporanea tra installazioni, pareti mobili e un’enorme foresta che prende vita nei corpi dei danzatori nella scena d’amore dei due protagonisti nel secondo atto: il capolavoro di Wagner torna a Bologna dopo oltre vent'anni per l'inugurazione di stagione, dal 24 al 31 gennaio. Sul podio Juraj Valčuha, ideazione artistica di Ralf Pleger e Alexander Polzin

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti