Covid, la fuga dei parigini in vista del lockdown: «Registrate il doppio delle prenotazioni»

foto

A distanza di un anno dal primo lockdown si ripete, in Francia, la fuga dei parigini verso le seconde case e, in genere, verso le regioni non rosse, dove si può liberamente circolare fino alla mezzanotte tra oggi e domani. Dopo, per un mese, dalle tre zone rosse, compresa l'Ile-de-France, non ci si potrà spostare verso il resto della Francia.

Covid Francia, scuole aperte: «Contagi in classe solo 0,5%». Fuga da Parigi in vista del lockdown

La fuga

Già ieri sera, dopo l'annuncio della chiusura dell'Ile-de-France da parte del premier Jean Castex, era quasi impossibile prenotare un biglietto di treno sul sito delle ferrovie Sncf in direzione del paese basco francese (costa occidentale) o della Bretagna, a meno di viaggiare in prima classe pagando tariffe esorbitanti.

Covid, scandalo in Norvegia: la premier viola il lockdown e festeggia i suoi 60 anni con due feste. Scatta l'inchiesta

Le prenotazioni

L'azienda ha spiegato stamattina di aver avuto circa il doppio delle prenotazioni (73.000 viaggi venduti) rispetto al giorno precedente e un numero di annullamenti quasi decuplicato. Le destinazioni più ricercate per i parigini sono Bordeaux, Lione, Marsiglia, Rennes e Nantes. Per Biarritz, sui treni da Parigi non si trova più neppure un posto da ieri sera. Alle stelle, fino ad oltre 600 euro, i prezzi dei biglietti aerei per la Corsica, oltre il triplo del livello normale.

Spostamenti, fuga nelle seconde case: Regioni pronte a chiudere. I sindaci toscani: non venite


ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA