​​Terminillo, escursionisti romani cadono tra i monti: salvati dopo una notte

Si è concluso alle prime luci dell'alba un delicato intervento di recupero di due escursionisti dispersi dalla serata di ieri nella zona del Monte Terminillo, in provincia di Rieti. Le ricerche, a cui hanno preso parte gli operatori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della stazione di Rieti e gli uomini dei Vigili del Fuoco, sono iniziate nella serata di ieri dopo che i due escursionisti romani hanno richiesto aiuto telefonicamente, tramite il numero di emergenza. I due - di 53 e 54 anni, sono stati ritrovati dai soccorritori in un punto impervio sul Monte Elefante a circa 1.300 metri d'altitudine poco dopo la mezzanotte nel buio più totale, con alcuni traumi e al freddo intenso. Viste le condizioni sanitarie di uno dei due, infortunatosi ad un piede dopo essere scivolato per diversi metri in un fosso, si è deciso di allestire un bivacco provvisorio e attendere le prime luci dell'alba per l'arrivo dell'eliambulanza del 118 della Regione Lazio con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino che ha svolto le operazioni di recupero coadiuvato dai soccorritori presenti a terra. L'infortunato e il suo compagno di escursione sono stati dunque trasportati con l'elisoccorso all'Ospedale di Rieti. Foto Luciano Sciurba

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri