​Comune, un premio alla boxe come «scuola di vita»

Boxe protagonista in Campidoglio con l'assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale Daniele Frongia, che insieme al Presidente della Commissione Sport, Benessere e Qualità della Vita Angelo Diario ha voluto premiare la boxe, non solo per le sue declinazioni agonistiche, ma anche per il valore morale e civico delle sue pratiche formative.

A ricevere il premio sono stati il Vicepresidente Vicario della Fpi Flavio D'Ambrosi, e il neo-campione Italiano dei 91 Kg Gabriele Casella.  Un riconoscimento è andato anche al maestro Simone D'Alessandri, allenatore di Casella che, con la sua Phoenix Gym, nel 2019 primo tra le società d'Italia; e al presidente del CR Lazio Adrio Zannoni, 'motorè della boxe romana.

«Sono onorato - la replica di D'Ambrosi - di ricevere questo riconoscimento anche a nome del Presidente Vittorio Lai e di tutto il movimento pugilistico, che in questo quadriennio ha lavorato per rilanciare non solo la boxe a livello agonistico, ma anche per valorizzare la funzione sociale di una disciplina che forma prima gli uomini e poi gli atleti». 

(
Foto Sciurba-Fagiolo)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi