Relitto di 10 metri nel Tevere: iniziate le operazioni di rimozione

Dal Tevere è sbucato nei giorni scorsi un relitto di 10 metri e la guardia costiera ha iniziato i lavori per la rimozione. Da ieri, infatti, il tratto compreso fra ponte Sant'Angelo e ponte Vittorio Emanuele II è stato messo in sicurezza, grazie anche all'intervento dei militari della Capitaneria di porto di Roma, per tutelare i basamenti risalenti con ogni probabilità ad epoca romana. La rimozione del relitto, della lunghezza di 10 metri e costituito da materiale cementizio e reti metalliche, durerà per circa 5 giorni. Le operazioni di recupero e smaltimento saranno svolte da ditte specializzate incaricate dalla Regione Lazio, secondo un piano preventivamente autorizzato dalla stessa Capitaneria di porto, al fine di garantire il mantenimento dei massimi standard di salvaguardia ambientale e di tutela della navigazione.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili