A Ostia Antica il primo campionato a squadre per barbieri del mondo

di Mirko Polisano
Barbieri di tutta Italia si sfidano a colpi di forbici e di spazzola a Roma. Si sta svolgendo - oggi è previsto il gran finale - a Ostia Antica la Champions Barber Cup, il primo campionato a squadra per barbieri al mondo. I figaro del Belpaese, c'è una rappresentanza per ogni regione, si sono riuniti per una 48 ore di sfide per i migliori tagli di barba e capelli. 
Centinaia di partecipanti e altrettanti gli spettatori che hanno affollato il Bajnero di Ostia Antica per non perdersi le gare. A giudicare i concorrenti alla competizione, una giuria di qualità formata da esperti e tecnici che hanno valutato barbe scolpite, sagomate e squadrate, ma anche tagli classici, moderni e frange. Per oggi è prevista la finale con l'assegnazione dei premi e la palma del barbiere più bravo d'Italia. «Il mestiere del barbiere è sempre in continua crescita ma ha un bisogno urgente di una linea guida - dice Alessandro Majestic Di Saverio, fondatore e organizzatore del Champions Barber Cup - Dopo anni di studio e di attenta analisi del settore nasce Champions Barber Cup, il primo campionato a squadre per barbieri al mondo. L'evento è stato istituito allo scopo di portare alla massima espressione l'arte del barbiere. Champions Barber Cup metterà in primo piano gli stili del mestiere e premierà le eccellenze nazionali». «È una sfida ma anche un'emozione - racconta Roberto, uno dei partecipanti - i giurati sono molto esigenti come è giusto che sia e noi ce la stiamo mettendo tutta». Tra selfie e video condivisi sui social, la Barber cup spopola tra i più giovani. «Voglio anche io il taglio Pompadour - dice Alessio uno dei giovani spettatori appassionato alle nuove tendenze in tema di taglio di capelli - ci sono alcuni che sono dei veri maestri». «Quella del barbiere non è una professione qualsiasi - aggiunge Tiziano, un altro giovane spettatore - ci vuole passione, talento e creatività». Poi, ci sono i modelli. Calciatori e vip, in primis.  «Nei nostri saloni - sottolinea uno dei concorrenti - sono sempre richiestissimi i tagli di capelli come li portano i campioni del calcio, cantanti o gli attori. C'è chi vuole il taglio Cristiano Ronaldo o chi preferisce il pizzetto alla J-Ax. E noi cerchiamo di accontentare sempre tutti».
E chi lo ha detto, infine, che i barbieri devono essere esclusivamente uomini? In competizione c'era anche una donna, in campo per la Sardegna, che forbici alla mano si appresta ad accorciare e squadrare le barbe: «Era il mio sogno da bambina - rivela - e ci sono riuscita. Sono molto apprezzata dai miei colleghi, tra noi c'è molto rispetto». E oggi sarà proclamato il vincitore di questa prima edizione della Champions League dei barbieri. 

(Foto di Mino Ippoliti)
 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani