Sant'Egidio, i volontari servono il pranzo di Ferragosto

foto
La Comunità di Sant'Egidio organizza un «Ferragosto della solidarietà» e di speranza per il futuro. Pur nel rispetto rigoroso delle precauzioni, la Comunità organizza a Roma e in tante altre città italiane pranzi, cocomerate, momenti di incontro che vedranno come protagonisti i volontari insieme ad anziani, senza dimora, immigrati, ma anche famiglie italiane che si sono trovate in difficoltà economiche dopo l'inizio della pandemia. «Perché dalla crisi si esce solo insieme», sottolinea Sant'Egidio. A Roma si è tenuto l'appuntamento più importante, con la partecipazione di alcuni stranieri, tra cui rifugiati venuti con i corridoi umanitari, che si sono offerti di aiutare insieme agli altri volontari. Il «Ferragosto della solidarietà» è stato vissuto anche nei numerosi cohousing realizzati da Sant'Egidio in diversi quartieri della capitale con anziani, persone con disabilità, ex senza fissa dimora. Iniziative sono previste in altre città come Milano, Palermo, Genova, Novara, Padova e Trieste

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani