Castelgandolfo, ricerche del 33enne annegato ancora in corso, sul posto sono arrivati i familiari dalla Sicilia. Foto Luciano Sciurba

Castelgandolfo, sono ore di lunga ed estenuante attesa per la famiglia di Paolo Bracco, il 33enne di Naro, in provincia di Agrigento, annegato ieri pomeriggio dopo che il suo materasso gonfiabile si è capovolto mentre prendeva il sole in punto molto profondo del lago .

Sul posto stamattina alle prime luci del giorno sono arrivati i suoi genitori dalla Sicilia e sono tornati i sommozzatori dei vigili del fuoco di Roma e provincia, coadiuvati dai colleghi di Marino e dagli agenti della polizia di stato di Albano che stanno seguendo le indagini da ieri quando alle 16.30 è arrivata la chiamata dal fratello minore dell'uomo disperso nelle acque lacustri. Ieri dal primo pomeriggio, giunti da Roma, erano insieme, il fratello minore Antonino,  con la sua fidanzata e Paolo Bracco, per passare una giornata spensierata al lago e invece la piacevole vacanza sul lago si è trasformata in una tragedia impensabile che ha gettato tutti nello sconforto .
(Foto Luciano Sciurba)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani