Ariccia, i precari dell'emergenza Covid manifestano davanti all'Ospedale dei Castelli

foto

Ariccia: circa 700 dei 5mila lavoratori precari in ambito ospedaliero e sanitario del Lazio, hanno manifestato nel piazzale dell'Ospedale dei Castelli per richiamare l'attenzione nel giorno della Festa dei Lavoratori sul loro contratto di lavoro che scadrà il prossimo 31 dicembre. Tra loro medici, infermieri, personale ausiliario e altre figure professionali . Sono intervenuti i segretari nazionali, regionali e locali della Cisl FP e altri delegati della Cgil Fillea e Uil Sanità . Sul posto anche il direttore generale della Asl Roma 6 Narciso Mostarda dove lavorano alcune centinaia di loro tra l'Ospedale dei Castelli che ha 3 reparti e un pronto soccorso "Covid" e altri reparti di grande importanza sul territorio della provincia di Roma. Che ha voluto ringraziare personalmente tutti gli operatori sanitari impegnati nell'emergenza pandemica.  La polizia di stato e i carabinieri unitamente alla polizia locale e al reparto mobile della questura di Roma ha presenziato al partecipato incontro. I sindacati hanno chiesto al governo la stabilizzazione dei lavoratori in ambito sanitario  con un contratto a lungo termine anche dopo l'emergenza coronavirus 19. La giornata si è conclusa nel primo pomeriggio con l'Inno Nazionale di Mameli cantato a gran voce da tutti i presenti e dagli operatori sanitari al lavoro nel nosocomio di Fontana di Papa. Un grande cuore di fiori ha accolto tutti i presenti all'ingresso della struttura realizzato dagli operatori dell'Ufficio Tecnico e Logistica della Asl Roma 6 per manifestare l'apprezzamento e il sostegno nei loro confronti.

Foto Luciano Sciurba

Italia-Svizzera 3-0: il videocommento di Ugo Trani