Coronavirus, lo scrittore Luis Sepùlveda