Catalogna, 600.000 indipendentisti in piazza ma la base del movimento è delusa

Seicentomila persone sono scese in piazza oggi a Barcellona per la Diada, la festa della comunità catalana, a poche settimane dal verdetto della Corte suprema spagnola sui 12 leader del movimento separatista arrestati nel 2017 con l'accusa di ribellione. L'11 settembre è festa a Barcellona, in ricordo della caduta della città durante la guerra contro i Borbone del 1714. Dal 2012, tale ricorrenza è diventata occasione per manifestazioni di massa dei secessionisti. Quest'anno, però, si è registrata la concentrazione di persone più bassa. Il movimento, tuttavia, sta attraversando il suo periodo più difficile da quando il sentimento separatista è stato alimentato dalle difficoltà economiche del decennio precedente, da cui la Spagna si è ripresa solo negli ultimi anni. I partiti indipendentisti sono divisi sui passi da compiere per il futuro, e la base è sempre più delusa.

Catalogna, un crescendo di tensione che dura da sette anni: le tappe dell'indipendentismo
Barcellona, marea catalana in strada per chiedere l'indipendenza

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti