Interrotto il volo della Merkel verso l'Argentina

L'Aeronautica militare tedesca esclude che vi sia un sabotaggio dietro il guasto aereo sul jet di Stato di Angela Merkel, su cui la cancelliera avrebbe dovuto raggiungere il G20 in Argentina. «Non vi è alcun indizio di una pista criminale», ha affermato un portavoce. La cancelliera e il suo ministro delle finanze hanno dovuto pernottare a Bonn e arriveranno in ritardo al vertice.

Il guasto tecnico che ha costretto l'aereo della cancelliera tedesca Angela Merkel a un atterraggio di emergenza mentre era in rotta verso il vertice del G20 a Buenos Aires non è stato il risultato di un sabotaggio. Lo ha dichiarato alla Dpa l'aeronautica militare. «Non c'è assolutamente alcuna indicazione di un contesto criminale», ha detto un portavoce della Luftwaffe.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani