Giovanna Pastoressa, la ragazza morta nel crollo del tetto di una palestra a Lauria

È morta Giovanna Pastoressa, la psicologa 28enne rimasta ferita venerdì sera a Lauria (Potenza) in seguito al crollo del tetto della palestra in cui si trovava. I medici dell'ospedale San Carlo di Potenza hanno infatti accertato la morte cerebrale della ragazza, vittima di una tromba d'aria che ha letteralmente sradicato una trave di circa una tonnellata e parte della copertura del PalaAlberti, facendoli finire sulla vicina “Cam Sport&Benessere” all'interno della quale si trovava Giovanna.

Tromba d'aria a Lauria, crolla tetto palestra: donna operata nella notte, è gravissima
Maltempo, tromba d'aria a Lauria: crolla il tetto di una palestra, grave una ragazza. Altri 7 feriti

Fra le persone ferite, Pastoressa è apparsa subito come la più grave: è stata trasferita dall'ospedale di Lagonegro (Potenza) a quello di Potenza, dove è stata operata nella notte fra venerdì e sabato. Tuttavia, la gravità delle lesioni subite alla testa non hanno lasciato molte speranze ai medici. Nella tarda mattinata di oggi è stata istituita la commissione che accerterà la morte cerebrale della donna: al termine degli accertamenti sarà approfondita l'ipotesi di donare i suoi organi.
 
 


Il dolore di Bardi. Il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi ha espresso, anche a nome della Giunta regionale, «sentimenti di profondo dolore e di vicinanza alla famiglia di Giovanna Pastoressa».