Roberta Mantegna: «Il mio debutto alla Scala un po' da favola e un po' da barzelletta»

Un debutto assoluto, ma anche un ritorno per Roberta Mantegna, il 14 e il 19 luglio alla Scala. In scena in Il Pirata di Bellini, dopo l'esordio da favola, accolto da ovazioni, o «surreale», come raccolta lei, in sostituzione del soprano Sonya Yoncheva che alla fine del primo atto della seconda rappresentazione ha avuto un calo di pressione e ha rinunciato a cantare.

Mantegna, palermitana, 29 anni, tre anni nel coro di Bari e poi fiore all'occhiello di Fabbrica, progetto per nuovi talenti del Teatro dell'Opera di Roma, racconta: «Mi hanno chiamata mentre mangiavo una pizza. Mi sentivo la protagonista di una barzelletta».