Melania Trump risponde alle critiche:
«Non pensate al mio cappello...»

«Vorrei che la gente si concentrasse su quello che faccio, non su quello che indosso». Melania Trump, con un sorriso, prova a disinnescare il 'caso' scatenato dal copricapo che la First Lady, impegnata in un viaggio in Africa, ha indossato in Kenya. Durante l'escursione nel Nairobi National Park, Melania Trump ha sfoggiato il 'Pith Helmet', l'elmetto coloniale che a lungo, in Africa, è stato considerato un simbolo di oppressione. La scelta stilistica non è passata inosservata ed è stata oggetto di critiche e ironie. «Abbiamo appena completato un fantastico viaggio», ha detto la First Lady che, da sola, ha visitato Ghana, Malawi, Kenya ed Egitto per promuovere il suo progetto BeBest incentrato sul sostegno all'infanzia. «Vorrei che la gente si concentrasse su quello che faccio, non su quello che indosso», ha detto sorridendo ai cronisti.

Non è la prima volta che il guardaroba della First Lady finisce nel mirino dei commentatori. A giugno, Melania Trump è volata in Texas per far visita ai bambini ospitati in una struttura per migranti. La moglie del presidente, nella circostanza, si è presentata alla base aerea di Andrews con una giacca sulla quale faceva bella mostra la scritta 'A me non importa per niente. A te?'. All'arrivo, in Texas, la giacca era sparita, sostituita da un capo color crema. 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani