L'Ospedale Israelitico: più tecnologia e i quattro poli «super-specializzati»

L'Ospedale Israelitico rivoluziona il suo percorso di assistenza e cura del paziente potenziando l'offerta sanitaria nel Lazio. Grazie alla valorizzazione delle sue quattro strutture dislocate sul territorio romano prende, vita il Network Ospedale Israelitico dove ognuna delle sedi viene caratterizzata da specifici servizi per la salute dei cittadini. Il rinnovamento arriva a conclusione di un vero e proprio potenziamento tecnologico del nosocomio che si è dotato di nuove apparecchiature mediche ad alta prestazione, soprattutto nel campo della diagnostica per immagini. La nuova fase dell'Ospedale passa anche per un progressivo cambio di look delle strutture che saranno contraddistinte da quattro colori che guideranno i percorsi all'interno dei poliambulatori e accompagneranno i pazienti in un più facile orientamento dei servizi. Il restyling, infine, coinvolgerà anche l'immagine on line del Network Ospedale Israelitico con un nuovo portale web che rispecchierà i quattro percorsi delle sedi e darà agli utenti tutti i servizi di informazione, prenotazione, trasmissione referti e assistenza del nosocomio. Parte anche il servizio “Call Back” del CUP. «L'Ospedale Israelitico - spiega il direttore generale, Giovanni Naccarato - nasce nel 1600 con una prima Opera pia ebraica e da allora non ha mai smesso di essere al servizio della salute della città di Roma. Con un rilancio tecnologico e di immagine interpretiamo ancora una volta un nuovo modo di fare sanità in Italia. Lo facciamo con professionalità e passione grazie al nostro team di medici e ai nostri direttori di area, senza mai dimenticare da dove arriviamo perché da noi anche il futuro ha una lunga storia», conclude Naccarato...

Continua a leggere---------> Roma, l'ospedale Israelitico: più tecnologia e i quattro poli “super-specializzati”
 


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Piumino, t-shirt e calzini bassi, ma i ragazzi non hanno freddo?

di Raffaella Troili