Facebook contro la disinformazione sul Covid: avviso se si pubblicano articoli più vecchi di 90 giorni

Venerdì 26 Giugno 2020
Facebook contro la disinformazione sul Covid: avviso se si pubblicano articoli più vecchi di 90 giorni

Disinformazione nella pandemia di coronavirus? Per contrastarla Facebook avvertirà gli utenti che stanno per condividere notizie vecchie. La compagnia ha annunciato che mostrerà un avviso quando ci si accinge a pubblicare un articolo che ha più di tre mesi, così da evitare che la notizia sia usata fuori contesto e in modo ingannevole.

Le Iene attaccano di nuovo Roberto Burioni su Covid e conflitto di interessi: «Tutte falsità, in tribunale piangeranno lacrime amare»
Coronavirus, diretta: boom di casi in California. Cancellata la maratona di New York

Nei prossimi mesi, inoltre, Facebook mostrerà un avviso anche quando si condivideranno notizie sulla Covid, specificandone la fonte. La prima novità, in arrivo su scala globale, prevede la comparsa di una finestra che avvisa quando si sta per pubblicare una notizia che ha oltre 90 giorni.
 

 

L'utente potrà comunque decidere di procedere con la condivisione. «L'attualità di un articolo è un pezzo importante del contesto che aiuta le persone a decidere cosa leggere, di cosa fidarsi e che condividere», evidenzia Facebook.
 

«Gli editori hanno espresso preoccupazione per le notizie più vecchie condivise sui social media come notizie attuali, perché possono portare a fraintendere lo stato corrente degli eventi». Quanto al Covid-19, nei mesi a venire Facebook intende mostrare in un avviso le informazioni sulla fonte della notizia che si sta per pubblicare, insieme al link al Centro informazioni sul coronavirus creato dal social agli inizi dell'emergenza sanitaria per fornire informazioni autorevoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA