Emiliano Sala, ricerche in corso. La speranza: «Potrebbe essere nella scialuppa di salvataggio»

Mercoledì 23 Gennaio 2019 di Simone Pierini
Emiliano Sala, l'aereo è decollato solo al quarto tentativo. Il papà: «Sono disperato»

I soccorsi, la famiglia, gli amici e i tifosi sperano ancora. E si fanno largo alcune ipotesi, come quella che Emiliano Sala e il pilota abbiano abbandonato il velivolo sulla zattera di salvataggio che era a bordo L'aereo che domenica notte li stava trasportando da Nantes a Cardiff è decollato solo al quarto tentativo dopo tre andati a vuoto. Il pilota scomparso insieme al calciatore italoargentino ha provato per tre volte di fila a decollare il Piper PA-46 del presidente della squadra di Premier League, fallendo a causa del maltempo. Poi, al quarto tentativo è riuscito a partire prima di scoparire dai radar sul canale della Manica. Nel frattempo questa mattina ale 7,30 sono ripartite le ricerche

Emiliano Sala, audio choc inviato dal calciatore agli amici: «L'aereo cade a pezzi. Ho paura»
Emiliano Sala aveva predetto l'incidente: «L'aereo cade a pezzi, ho paura»​

Nel frattempo «sono riprese questa mattina alle 7.30 le ricerche del Piper scomparso a bordo del quale c'erano il pilota ed Emiliano Sala, neo acquisto del Cardiff. Le condizioni sono migliorate e vengono utilizzati due aerei da ricerca». Lo ha fatto sapere la polizia di Guernsey. «La zona su cui si concentrano ora le ricerche è quella di Alderney, un'area mirata che riteniamo abbia la più alta probabilità di trovare qualcosa, in base alla revisione delle maree e del tempo da quando il velivolo è scomparso», ha proseguito la polizia, che ha spiegato in alcuni tweet come «e ricerche aeree si svolgeranno anche sulle aree costiere intorno a Alderney e le rocce e le isole poco distanti».
 

 

I soccorritori si stanno muovendo in base a quattro possibilità: che il Piper sia atterrato altrove, che sia atterrato sull'acqua e sia stato soccorso da una qualche barca ma in nessuno dei due casi ci sia stata la possibilità di mettersi in contatto; che i due passeggeri, una volta atterrati sull'acqua, abbiano abbandonato il velivolo sulla zattera di salvataggio che era a bordo, ed è l'ipotesi principale sulla quale si stanno basando le ricerche; che il Piper si sia schiantato in acqua, lasciando il pilota e Sala in mezzo al mare.

Il papà Horatio si è detto «disperato» per le sorti del figlio. La famiglia, informata dai soccorrittori delle difficoltà nel ritrovare l'aereo «ha perso le speranze» di ritrovare Emiliano Sala ancora vivo. La Guernsey Police sta lavorando nell'area del Canale della Manica dove ieri sono stati ritrovati dei detriti, ma con il passare delle ore diminuiscono le possibilità di un miracolo. 

Emiliano Sala, chi è il calciatore disperso con l'aereo nella Manica​

«L'aereo cade a pezzi, ho paura». È il contenuto di audio choc che Emiliano Sala ha inviato agli amici mentre era in volo. «Sono qui sull'aereo che sembra che sia sul punto di cadere a pezzi e sto andando a Cardiff - le parole riportate dal Clarin - Se entro un'ora e mezza non avete mie notizie, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno ma... lo sai. Che paura che ho»​.

Il calciatore anche prima di salire a bordo aveva predetto l'incidente aereo. Lo ha ammesso un suo ex compagno di squadra, Diego Rolan, ora in forza al Leganes ma che con l'ex Nantes aveva condiviso gli anni a Bordeaux. «Sono sotto choc - ha detto il centrocampista a 'The Voices of Soccer' - ho ricevuto un messaggio che Emiliano aveva inviato a un amico e gli ha detto che era molto spaventato dall'aereo, che se non l'avessero trovato sapevano cosa gli era capitato. Ha predetto cosa gli sarebbe successo»
 

Ultimo aggiornamento: 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma