Coronavirus, emergenza totale anche in Spagna: «Una donna mi ha offerto 500 euro per vedere il corpo del marito morto»

Coronavirus, emergenza totale a Madrid: «Una signora mi ha offerto 500 euro per vedere il corpo del marito deceduto»
di Enrico Chillè
1 Minuto di Lettura
Domenica 22 Marzo 2020, 10:49 - Ultimo aggiornamento: 14:25

L'emergenza coronavirus inizia a dilagare anche negli altri paesi europei. La Spagna, dopo l'Italia, è il secondo paese europeo (e il terzo al mondo) per numero di deceduti. Finora, i casi accertati di contagio sono oltre 25mila e, stando all'ultimo bollettino ufficiale diramato dalle autorità sanitarie iberiche, le vittime sono 1378.

Leggi anche > Coronavirus, la cliente tossisce in faccia alla cassiera per sfregio: era positiva

Sono diversi i focolai accertati in tutta la Spagna, anche se quello che desta più preoccupazione è senza dubbio quello di Madrid. Nella capitale, infatti, la situazione è drammatica: mentre il governo Sanchez ha deciso di requisire diverse strutture alberghiere e private per l'isolamento dei contagiati meno gravi, negli ospedali le terapie intensive sono già al collasso e iniziano a scarseggiare i dispositivi di protezione individuale di ogni genere per medici e infermieri.



Finora, in Spagna, sono più i morti che i guariti. Come spiega anche Roberto Pellegrino, inviato de Il Giornale a Madrid, negli ospedali si lavora senza sosta ma sono sempre di più le vittime. Viene anche riportata una drammatica testimonianza, quella di un paramedico che lavora nell'ospedale madrileno Ramón y Cajal: «Non abbiamo più posti nelle celle frigorifere, ci sono almeno 15 cadaveri che sono rimasti fuori. Una signora, disperata, mi ha anche offerto 500 euro per vedere il corpo del marito morto per l'ultima volta, prima che si procedesse alla cremazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA