Reddito di cittadinanza, crescono le famiglie che lo ricevono: 1,48 milioni nel primo trimestre. Campania in testa

Reddito di cittadinanza, 1,48 le famiglie beneficiarie nel primo trimestre del 2021
3 Minuti di Lettura
Martedì 27 Aprile 2021, 11:40 - Ultimo aggiornamento: 13:42

Il numero dei nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza (RdC) o della Pensione di Cittadinanza (PdC) torna a crescere nel mese di marzo, dopo la flessione registrata a febbraio 2021. Lo indica l'Inps osservando come a marzo 2021, i nuclei percettori di RdC sono stati poco più di un milione, mentre i percettori di PdC sono stati 92mila, per un totale di 1,1 milioni di nuclei pari a 2,6 milioni di persone coinvolte (662mila minorenni). In relazione al primo trimestre del 2021, sono 1,48 milioni i nuclei familiari che hanno percepito almeno una mensilità di RdC/PdC, pari a 3,4 milioni di beneficiari.

I furbetti del reddito di cittadinanza: 8 denunce a Valentano, Montalto, Cellere e Canino

Importo medio

L'importo medio erogato a livello nazionale è di 559 euro (584 euro per il RdC e 273 per la PdC), con il 60% dei nuclei che percepisce un importo inferiore a 600 euro e l'1% un importo superiore a 1.200 euro. L'importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e passa da un minimo di 453 euro per i monocomponenti a un massimo di 721 euro per quelli con cinque componenti. L'86% delle prestazioni è erogato a cittadini italiani, il 9% a cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno, il 4% a cittadini europei e l'1% a familiari di tutti i casi precedenti.

Stefanini (ASviS): welfare razionalizzato per non disattendere il futuro

Distribuzione geografica

Sempre nel mese di marzo, la distribuzione per macroaree geografiche vede 1,8 milioni di percettori nelle regioni del Sud, 452mila nelle regioni del Nord e 334mila in quelle del Centro. La regione con il maggior numero di nuclei precettori di Reddito/Pensione di Cittadinanza è la Campania con il 22% delle prestazioni erogate, seguita dalla Sicilia con il 20%, dal Lazio con il 10% e dalla Puglia con il 9%: in queste regioni risiede il 61% dei nuclei beneficiari. 

 

La Campania è in testa con 252.213 famiglie con il sussidio e 668.817 persone coinvolte mentre è pari a 625 euro l'importo medio. Nel Sud hanno ricevuto nel mese il sussidio 742.735 famiglie a fronte di meno di 225.000 al Nord. Al Sud l'importo medio è superiore di circa 100 euro (589 contro 488) rispetto al Nord. La provincia che a marzo ha avuto più famiglie coinvolte è Napoli con oltre 157.000 nuclei, oltre il doppio di quelli di Roma (650 euro l'importo medio) e oltre quattro volte quelli di Milano (35.517).

INPS, Tridico: bene il ricambio generazionale nella PA promosso dal ministro Brunetta

Nuclei familiari

Prevalgono i nuclei composti da una o due persone (62%), il numero medio di persone per nucleo è 2,3 e l'età media dei componenti è di 35,8 anni. I nuclei con minori sono 386mila, e costituiscono il 34% dei nuclei beneficiari, pari al 56% delle persone interessate, mentre i nuclei con disabili sono 194mila, il 17% del totale pari al 18% delle persone interessate, conclude l'Inps.

© RIPRODUZIONE RISERVATA