E.ON Italia: il volontariato d’impresa genera valore e rafforza le relazioni

E.ON Italia: il volontariato d impresa genera valore e rafforza le relazioni
5 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Febbraio 2023, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 10:00

E.ON Italia: l’attenzione al territorio per una sostenibilità a 360° passa attraverso le attività di volontariato d’impresa in ambito sociale e ambientale

Negli ultimi anni, grazie alla spinta dettata dalla pandemia, sta crescendo il volontariato d’impresa, detto anche Corporate Volunteering, termine che racchiude tutte le azioni che un’azienda sceglie di compiere per supportare organizzazioni no-profit del territorio o le comunità locali. L’impegno della Community di E.ON Italia a favore del benessere delle persone e della tutela dell’ambiente fa leva sul coinvolgimento attivo e partecipativo dei dipendenti in attività connesse ai territori di riferimento. Questa azione rientra nell’approccio sostenibile, perché attento all’ambiente e alla società, e in quello olistico dell’azienda che punta sempre ad un coinvolgimento attivo dei propri dipendenti e dell’estesa Green Community, al fine di generare e diffondere benessere nella società in cui vive. Gli studi di natura psicologico-sociale e statistici dimostrano che le attività di volontariato innescano un processo partecipativo “a due vie”, generando benefici a favore dei destinatari delle attività proposte e dei volontari stessi, rafforzando le relazioni e la coesione tra le persone.

Marcello Donini, Corporate Social Responsibility di E.ON Italia afferma :“Per E.ON la sostenibilità è un concetto che non si limita all’ambiente ma che include anche un’attenzione alle persone e al loro benessere. Il coinvolgimento di tutti gli stakeholder in una visione condivisa risulta quindi fondamentale per compiere significativi progressi, rendere l’Italia più green e il Pianeta un luogo migliore nel quale vivere. Ecco, quindi, che il volontariato è un modo di attivare anche le E.ON people intorno ai valori e alle iniziative promosse dall’azienda affinché l’adozione di pratiche virtuose si diffonda su larga scala.

Le attività vengono scelte dall’azienda sulla base delle linee strategiche di intervento, ossia nell’ambito di progetti educational rivolti alle giovani generazioni e non solo; della protezione dell’ambiente; dei programmi di people care e di Diversity&Inclusion. Sono tutte “iniziative finalizzate alla realizzazione di un percorso condiviso che favorisca la diffusione di una cultura comune sulla sostenibilità, capace di creare e rafforzare un nuovo senso civico e rendere NOI stessi delle persone migliori, ogni giorno” conclude Donini.

Responsabilità sociale e volontariato di E.ON Italia

In quest’ottica, da due anni E.ON è al fianco di Opera San Francesco, realtà fondata a Milano dai Frati Cappuccini, che dal 1959 si impegna ad assicurare ai poveri assistenza gratuita e accoglienza, cercando, grazie all’insostituibile lavoro dei volontari, di soddisfare alcuni bisogni primari, come: ricevere un pasto caldo, potersi fare una doccia, indossare abiti puliti e garantire il diritto alla salute con visite mediche e medicinali gratuiti.

Anche quest’anno, nell’ultima settimana di gennaio, i dipendenti di E.ON hanno preso parte alla settimana di volontariato presso una delle due mense di Opera San Francesco e il Centro Raccolta Indumenti. In molti, 34, hanno aderito alla proposta, tra cui anche Frank Meyer, CEO di E.ON Italia resosi disponibile a prestare il suo supporto ai bisognosi. E.ON intende consolidare il proprio impegno a favore della sostenibilità ambientale e sociale, grazie e attraverso la collaborazione dei dipendenti, permettendo la creazione di un monte ore annuo da dedicare alle attività di volontariato.

“L’impegno condiviso consente di generare benefici e valore per le comunità ma anche per chi pratica volontariato. Le giornate di solidarietà promosse da Opera San Francesco, organizzazione che E.ON supporta con il massimo impegno e con il coinvolgimento attivo dei propri dipendenti, sono un’occasione unica per trasmettere questa visione e, in concreto, migliorare la quotidianità di tutti, anche delle persone più svantaggiate.”, ha affermato Frank Meyer, CEO di E.ON Italia. “Ogni giorno apriamo i nostri servizi a migliaia di persone. Solo nelle nostre due mense sono oltre 2000. Questo dato dà la dimensione del bisogno quotidiano del nostro territorio. Senza l’aiuto concreto di centinaia di volontari, di donatori e di aziende illuminate come E.ON non potremmo garantire il minimo a chi ha bisogno di tutto. Il volontariato aziendale è di sicuro un modo diretto per aprire i propri occhi sulla povertà, un modo fattivo per cercare di dare un contributo alla soluzione di un problema che non è solo personale dei singoli “poveri” ma anche di tutta la nostra comunità civile.” ha affermato Fra Marcello Longhi, Presidente di Opera San Francesco per i Poveri.

Alcuni tra i progetti di sostenibilità sociale:

• Natale solidale – da 5 anni l’azienda sostiene progetti di grande valore umanitario, sempre grazie al supporto dei dipendenti che segnalano enti e associazioni del territorio per il sostegno da parte di E.ON. Quest’anno sono
stati supportati:
o Per l’area Diversity & Inclusion, PizzAut
o Per l’area People Care, Comunità Oklahoma
o Per l’area People Care, Opera San Francesco
o Per l’area Education, Asilo nel Bosco

• Sostegno alle organizzazioni umanitarie e ai territori: l’azienda fornisce il proprio supporto in diversi progetti e ambiti tra cui, per esempio, aiuto sul campo alle popolazioni vittime di calamità naturali o di scenari di conflitto, sostegno ai profughi ucraini, donazioni di sangue.

L’impegno di E.ON Italia per migliorare la salute del Pianeta

Tra i progetti avviati dall’azienda in ambito ambientale:

• Pulizia delle spiagge – dal 2019 ad oggi l’azienda insieme ai dipendenti e alle loro famiglie ha contribuito a ripulire cento chilometri lineari di spiagge.

• Boschi E.ON – nell’ambito del più ampio progetto di riforestazione del Paese, 30 dipendenti hanno collaborato alla piantagione del Bosco di Bagnatica, Bergamo, con 700 alberi e arbusti, appartenenti ad oltre trenta diverse specie.

• Bike Plogging – attività di volontariato volta alla riqualificazione e pulizia di aree degradate, che E.ON e circa 40 dipendenti hanno svolto lungo il Naviglio della Martesana a Milano, a bordo di biciclette elettriche per raccogliere i rifiuti in maniera sostenibile.

• E.ON Match – “sfida-gioco” realizzata per agevolare le connessioni e stimolare lo spirito di squadra, che ha consentito al team vincitore di vivere un’esperienza unica di volontariato a Filicudi, nelle isole Eolie, presso il Pronto Soccorso Tartarughe Marine di Filicudi Wildlife Conservation, partner di E.ON nell’ampio progetto Energy4Blue per la salvaguardia della biodiversità marina.

Lucia Medri

L'articolo E.ON Italia: il volontariato d’impresa genera valore e rafforza le relazioni proviene da WeWelfare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA