Paura Grecia, male le Borse europee
Merkel: se crolla euro crolla l'Europa

Paura Grecia, male le Borse europee Merkel: se crolla euro crolla l'Europa
2 Minuti di Lettura
Lunedì 19 Settembre 2011, 10:30 - Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 19:53
ROMA -La manovra del governo per arrivare al pareggio di bilancio entro il 2013 potrebbe avere conseguenze negative sul rating delle regioni e dei comuni italiani. il monito che lancia Moody's nel suo Weekly Credit Outlook. Secondo l'agenzia Usa la manovra così com'è «appesantisce ulteriormente bilanci» comunali e regionali «già allo stremo» ed introduce «elementi di incertezza per quanto riguarda la distribuzione di poteri e responsabilità a livello locale». Venerdì scorso l’agenzia di rating ha comunicato di voler proseguire la propria osservazione del nostro Paese per sciogliere l’outlook negativo (con rating Aa2) anche oltre i 90 giorni normalmente previsti, con possibile downgrade dell’Italia. Il verdetto arriverà quindi entro ottobre.



Pioggia di vendite nella prima seduta della settimana per le Borse europee, poco aiutate dal pessimismo di Wall street: dopo quattro sedute consecutive in rialzo l'indice Stoxx 600, che registra l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha ceduto il 2,26%, che equivale a 137 miliardi di euro bruciati in un'unica seduta. I mercati azionari più pesanti sono stati quelli di Milano (-10,5 miliardi di capitalizzazione) e soprattutto Stoccolma, che ha ha perso quasi tre punti e mezzo con titoli come Scania e Volvo in calo di oltre il 4%.



Il nervosismo per gli operatori viene ancora dal caso Grecia, che appare sempre più complicato da risolvere, con il ritorno della tensione sui titoli di Stato italiani e spagnoli. Ha cercato di contenere le perdite la Borsa di Zurigo, anche se Credit Suisse ha ceduto oltre il 6% e Ubs ha perso un altro 1,85% dopo lo scandalo londinese. Nel settore del credito non sono comunque mancati altri scivoloni: il titolo di Societe generale ha perso il 6,70%, Lloyds il 6,68%, Barclays il 6,21%. Bene Caixabank dopo che il miliardario messicano Carlos Slim ha leggermente incrementato la sua quota.



Ecco la chiusura delle principali Borse europee:

- Londra -2,03%

- Parigi -3,00%

- Francoforte -2,83%

- Madrid -1,98%

- Milano -3,17%

- Amsterdam -2,52%

- Stoccolma -3,42%

- Zurigo -1,69%



Si allarga lo spread Btp-Bund e supera i 383 punti (a 383,3). Il differenziale tra i Bonos decennali spagnoli e gli equivalenti titoli tedeschi viaggia sui 356 punti. La Bce continua nel frattempo l'acquisto dei titoli di Italia e Spagna ma con quantità ridotte.



Merkel: se crolla l'euro crolla l'Europa. «Superare la crisi dell'euro è una missione su scala storica. Se l'euro crolla, anche l'Unione europea crollerà». La cancelliera tedesca, Angela Merkel, lo ha ribadisto oggi a Berlino, infastidita dalle dichiarazioni del ministro dell'Economia Philipp Roesler, su un default controllato della Grecia. La cancelliera ha richiamato gli esponenti del governo a «pesare le loro parole. Non dobbiamo intraprendere nulla in cui il risultato non può essere calcolato. Questo è il mio approccio e vale in ogni direzione, anche nel mio partito». La cancelliera ha spiegato che bisogna proseguire con i salvataggi e la creazione di una rete di sicurezza per la zona euro per i Paesi più deboli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA