Virus cinese, cresce allerta: Fiumicino appronta misure massima sicurezza

Giovedì 23 Gennaio 2020
(Teleborsa) - Si alza la soglia d'allerta sul Coronavirus, la misteriosa influenza cinese, della stessa famiglia della Sars, che continua a mietere vittime (al momento 17, ma la situazione è in continuo aggiornamento).

Nel frattempo, dopo i primi casi di diffusione fuori dai confini cinesi, l'allarme è arrivato anche in Italia. Informazioni sulla situazione, descrizione dei sintomi e percorsi epidemiologici indicati dall'Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute vengono trasferiti ai medici di base dalla Federazione nazionale dei medici di famiglia, soprattutto quelli che operano nelle grandi città italiane dove si trovano gli aeroporti internazionali, si stanno attrezzando per affrontare l'eventualità che il virus varchi le frontiere.


A FIUMICINO MISURE MASSIMA SICUREZZA - Sono transitati in un "canale sanitario" dedicato, lontano dalle aree di transito degli altri passeggeri in arrivo, 202 viaggiatori provenienti dalla città cinese di Wuhan, epicentro del coronavirus. A loro sono state applicate per la prima volta le procedure disposte dalle autorità dopo la diffusione del contagio. Appositi scanner hanno controllato la temperatura corporea dei passeggeri del volo di linea diretto della China Southern Airlines Cz 645, atterrato alle 4.50 all'aeroporto di Fiumicino, poi, in un'area appositamente attrezzata, sono stati sottoposti agli altri controlli previsti dalla procedura prevista dal Ministero della Sanità. Non si ha notizia di alcun caso sospetto. La compagnia vola sullo scalo tre volte a settimana.


Intanto, nella giornata di ieri il rischio di importazione in Europa di casi del nuovo virus della polmonite, infatti, è passato da "basso" a "moderato". Lo riporta il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc),

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua