Usa, Camera firma legge anti shutdown

Venerdì 15 Febbraio 2019
(Teleborsa) - Dopo il Senato, anche la Camera Usa, ha approvato la legge bipartisan che finanzia il Governo sino a settembre evitando così un nuovo shutdown ma senza concedere fondi per il muro col Messico, come invece vorrebbe il Presidente Trump.

TRUMP NON CEDE SUL MURO, VERSO EMERGENZA NAZIONALE - Ma il Tycoon non ha nessuna intenzione di fare passi indietro. Per questo, la Casa Bianca ha confermato che il presidente americano ha deciso di dichiarare l'emergenza nazionale nel tentativo di bypassare il Congresso e ottenere maggiori finanziamenti per il Muro al confine con il Messico.

"Il presidente firmerà la legge sul finanziamento del governo federale e, come ha già detto, agirà anche per decreto - in particolare con l'emergenza nazionale - per porre fine alla crisi di sicurezza nazionale e umanitaria al confine ", ha fatto sapere Sarah Sanders, portavoce dell'esecutivo statunitense. "Ancora una volta, il presidente sta mantenendo la sua promessa di costruire il Muro, proteggere il confine e garantire la sicurezza del nostro grande paese".

PELOSI SUL PIEDE DI GUERRA- Già promette battaglia la leader della maggioranza democratica alla Camera, Nancy Pelosi - vincitrice nell'ultimo braccio di ferro con Trump, quando il 25 gennaio scorso lo costrinse a riaprire il governo federale dopo 35 giorni di shutdown (un record) senza sborsare un solo dollaro dei 5,7 miliardi necessari per il muro - che interviene precisando ancora una volta che "la questione del confine non è un'emergenza". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Addio Peluche, gli appelli per aiutarlo finiti nel vuoto

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma