Trattative Usa Cina, si cercano soluzioni per evitare abusi Pechino

Mercoledì 17 Aprile 2019
(Teleborsa) - Se la Cina non rispetterà le sue promesse dovrà pagarne le conseguenze. È questo, per il presidente Donald Trump, l'assunto alla base dell'eventuale accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina.

"Sarà fondato su un sistema di reciproco impegno" ha affermato il segretario al Tesoro statunitense, Steven Mnuchin, commentando il progetto di accordo che metterà fine alla guerra commerciale fra le due maggiori economie del mondo. Mnuchin ha, infatti, annunciato che, nel prossimo incontro, Washington chiederà alle autorità di Pechino di istituire un sistema "bidirezionale" per far rispettare i termini dell'accordo.

E, nel caso la Cina non rispetti gli impegni presi, gli Stati Uniti si sono detti pronti ad affrontare eventuali "ripercussioni". "Mi aspetto che il meccanismo di attuazione funzioni per entrambi portando le parti ad onorare gli impegni presi per non incorrere nelle conseguenze" ipercussioni" ha aggiunto Mnuchin. I rispettivi impegni saranno precisati da Washington e Pechino durante l'ultima fase di colloqui per la stipula dell'accordo.

Per il momento la discussione sull'applicazione e l'attuazione di un accordo ha visto al centro le richieste statunitensi volte alla creazione di un sistema in grado di garantire il rispetto degli impegni assunti dalla Cina, comprese le promesse di acquistare più beni statunitensi e di orientarsi verso un'economia più basata sul mercato.

Nel caso di una violazione dell'accordo da parte di Pechino, gli Usa hanno chiesto il permesso di imporre sanzioni unilateralmente alla Cina, e senza ritorsioni.










© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma