Tim, risultati in calo ma sopra le attese. Da partnership con Vodafone sinergie fino a 150 milioni

Lunedì 20 Maggio 2019
Tim chiude il primo trimestre con risultati in calo ma sopra le attese degli analisti. I ricavi sono risultati pari a 4,47 miliardi (-4,6% e -2,9% variazione organica), il margine operativo lordo (ebitda organic) è stato di 1,826 miliardi (-2,1%) e quello reported di 1,792 miliardi (-0,1%). L'utile è sceso del 3% a 165 milioni. Nel trimestre il debito netto è sceso a 25,08 miliardi (in calo di 190 milioni rispetto a fine 2018 e di 457 milioni anno su anno). 

L'Italia ha visto i ricavi contrarsi a 3,5 miliardi (-4%), l'ebitda organico del 4% a 1,447 miliardi. 

Il gruppo poi conferma e aggiorna le previsioni: «I ricavi organici da servizi sono previsti in leggera riduzione (low single-digit) mentre una crescita (low single-digit) è prevista sia nel 2020 sia nel 2021. L'ebitda organico è atteso in leggera riduzione (low single-digit) nel 2019, mentre una crescita (low single-digit) è prevista sia nel 2020 sia nel 2021. 

Tim fa sapere inoltre che «il management ha presentato al consiglio di amministrazione lo stato di avanzamento della partnership con Vodafone per la condivisione della rete mobile che, sulla base di un'analisi in corso di perfezionamento, si stima possa generare in prospettiva 100-150 milioni di sinergie su base annua».

Il consiglio di amministrazione ha confermato il mandato all'amministratore delegato Gubitosi di finalizzare la trattativa in esclusiva avviata in seguito alla ricezione dell'offerta vincolante per la cessione di Persidera. Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma