Sicurezza trasporti, firmata convenzione tra Ansfisa e Mims: ispezioni su strade e autostrade

Sicurezza trasporti, firmata convenzione tra Ansfisa e Mims: ispezioni su strade e autostrade. Nella foto
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Luglio 2021, 16:25

Accelerano e si rafforzano le attività ispettive su strade e autostrade con la firma della convenzione da parte del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, e del Direttore dell’Agenzia Nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Ansfisa), Domenico De Bartolomeo.

La convenzione regola i rapporti tra Ministero e Agenzia e, recependo le indicazioni di Giovannini, consente ad Ansfisa di mettere in atto un piano di ispezioni su strade, autostrade e sui gestori delle infrastrutture affinché operino seguendo le corrette procedure di manutenzione per garantire la sicurezza dei cittadini e l’efficienza dei servizi. L’Agenzia diventa così un ente con funzioni operative non solo sul ramo delle ferrovie, ma anche su quello stradale e autostradale. A tal fine è previsto anche il potenziamento dell’organico con l’assunzione, tramite concorso, di oltre 300 unità specializzate.

“Negli ultimi mesi il Ministero ha assunto diverse iniziative per la sicurezza degli utenti delle infrastrutture ferroviarie e stradali”, ha commentato il Ministro Enrico Giovannini. “Con gli interventi normativi, la nomina di un nuovo Direttore, la firma della convenzione e la definizione di un programma di nuove assunzioni l’Ansfisa viene messa in condizione di svolgere appieno la sua fondamentale funzione. D’altra parte, gli interventi inseriti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per rafforzare il monitoraggio digitale delle infrastrutture autostradali e migliorare la sicurezza delle ferrovie, nonché i finanziamenti previsti sui fondi ordinari per la manutenzione delle strade provinciali testimoniano l’impegno del Governo per assicurare il funzionamento delle nostre reti di trasporto, che deve proseguire nei prossimi anni con fondi adeguati”.

“Sono davvero contento dell’attenzione - ha detto il Direttore di Ansfisa, Domenico De Bartolomeo - che il Ministro rivolge alle donne e agli uomini che lavorano in Agenzia, i quali negli ultimi mesi si sono impegnati con particolare entusiasmo e competenza per far partire l’attività ispettiva sul campo. Continuiamo a lavorare con lo stesso impegno anche nel settore ferroviario per dare sicurezza sulle reti infrastrutturali del Paese”.

Con la convenzione, spiega una nota, viene data attuazione a quanto previsto dal decreto legge sulle Semplificazioni e la Governance del Pnrr che delinea puntualmente le competenze e le attività dell’Agenzia, definendo con precisione la missione di Ansfisa e il programma di ispezioni sulle strade e sulle autostrade in attuazione delle attività di vigilanza per il 2021. In particolare, saranno controllati a campione tratti di strade e autostrade e opere d’arte come ponti, viadotti e gallerie. L’attività degli ispettori sarà condotta nel massimo rispetto dell’andamento del traffico stradale, anche in considerazione del periodo estivo, per evitare il più possibile disagi agli utenti. Nel settore ferroviario l’Agenzia continua a esercitare funzioni di supervisione sul mantenimento e, dove praticabile, per il miglioramento della sicurezza e l’interoperabilità. Particolare attenzione viene riservata alle ferrovie gestite dalle Regioni, con la verifica dell’adozione dei sistemi di sicurezza con supporto tecnologico. Quanto ai sistemi di trasporto rapido di massa, il compito dell’Agenzia è, al momento, quello di individuare i requisiti per il rilascio dell’autorizzazione di sicurezza e valutare lo stato di sicurezza delle metropolitane.

Tra gli obiettivi della convenzione tra Mims e Ansfisa vi sono anche la prevenzione della corruzione, la trasparenza e la valorizzazione professionale del personale, compresa la conciliazione dei tempi di vita e lavoro

© RIPRODUZIONE RISERVATA