Saipem, Ad Cao: "Grazie a Noi scoperte molte delle nuove risorse nel Mediterraneo orientale"

Sabato 18 Gennaio 2020
(Teleborsa) - "Molte delle nuove risorse, soprattutto nella parte orientale del Mediterraneo, sono state scoperte grazie agli impianti messi a disposizione dalla Saipem. Adesso bisogna rendere questi grandi volumi trasportabili sul mercato. La Saipem si prospetta e si proietta come fornitore di servizi di costruzione anche chiavi in mano per lo sviluppo di queste risorse e per il trasporto. Quando si parla di East Med noi ci proponiamo come costruttori di questa grande pipeline". Lo ha detto l'Amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao, in una intervista a Milano Finanza

"Redditività, nuovi ordini, fatturato: sono tutti importanti - ha sottolineato Cao - ma i volumi non sono necessariamente la priorità numero uno. La redditività, invece, così come il ritorno sul capitale, sono ciò su cui siamo focalizzati. La riduzione del debito, inoltre, che è stato un elemento qualificante di questi anni, continuerà ad avere un peso molto importante".

L'Ad di Saipem ha anche spiegato come "circa il 70% del nostro backlog è fatto di progetti che non sono strettamente correlati al prezzo del petrolio", aggiungendo che "dei 19 miliardi di nuovi ordini che abbiamo acquisito nel 2019 una gran parte è proprio legata alla transizione energetica. Nelle rinnovabili si tratta sostanzialmente di progetti gas, ma parliamo anche di progetti nella rimozione di infrastrutture legate alle energie tradizionali. Ci poniamo come attori della transizione energetica". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma