Revolut sceglie Talarico per lanciare la filiale italiana e punta a 2 milioni di clienti

Maurizio Talarico, head of branch e head of lending per il mercato italiano di Revolut
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Dicembre 2023, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 17:55

Revolut, l'app finanziaria con 1,5 milioni di clienti in Italia, ha annunciato la nomina di Maurizio Talarico come nuovo respoonsabile della filiale italiana.

«La nostra strategia è quella di diventare il conto principale dei clienti, quello dove accreditare lo stipendio e pagare le bollette o pagoPa oltre a poter utilizzare i servizi per cui siamo conosciuti come il cambiavalute», ha sottolineato Talarico, che punta a raggiungere quota 2 milioni di clienti entro la prima metà del 2024. 

Il manager che guiderà Revolut in Italia, spiega una nota, proviene da oltre sei anni in Admiral Group dove è stato chief operating officer di ConTe Prestiti. In precedenza ha ricoperto altri ruoli tra cui head of loans di ConTe Assicurazioni. 

Revolut, che attualmente è la seconda app bancaria più scaricata in Italia, vuole crescere ulteriormente e diventare la prima. Per farlo, spiega una nota, l'azienda è impegnata ad aumentare la propria presenza in Italia, a partire dall'apertura della filiale locale con l'obiettivo di offrire nuovi servizi ai clienti.

La società sta pianificando di offrire conti con Iban italiano (attualmente è lituano), un passo cruciale percrescere e attirare i clienti italiani che cercano un'alternativa alle banche tradizionali. Il lancio degli Iban It non solo aumenterebbe l'accettazione di Revolut in tutto il Paese e consentirebbe ai clienti di usufruire di servizi aggiuntivi, ma aggiungerebbe anche un ulteriore livello di protezione grazie alla supervisione delle autorità locali.

Inoltre, Revolut sta lavorando alla possibilità di lanciare prestiti personali a tassi di interesse competitivi e un prodotto di risparmio flessibile per consentire ai clienti di ottenere il massimo dal proprio denaro.

L'app di Revolut offre carte fisiche e virtuali per pagare ovunque nel mondo, strumenti di analisi e budget per monitorare e gestire spese, pagamenti pagoPa e bonifici istantanei Sepa senza commissioni, cashback su acquisti, alloggi ed esperienze di viaggio e pocket per mettere da parte il denaro.

«Sono orgoglioso di iniziare questo nuovo percorso in un’azienda che è riuscita ad attrarre oltre 35 milioni di persone nel mondo in soli 8 anni e ad affermarsi in Italia diventando la seconda app bancaria più scaricata - ha affermato ancora Talarico -. Con un terzo dei nostri 1,5 milioni di clienti italiani generati solo nell’ultimo anno, vedo molte altre opportunità per una banca con soluzioni innovative e in grado di ridurre, o addirittura eliminare, le commissioni su diversi servizi bancari chiave, come pagoPa o bonifici istantanei Sepa, solo per citarne alcuni. Gli italiani sono alla ricerca di una nuova e migliore alternativa bancaria e la nostra ambizione di diventare un conto principale vuole essere la risposta a questa crescente esigenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA