Recordati, utile rettificato di 103 milioni di euro nel terzo trimestre 2021

Recordati, utile rettificato di 103 milioni di euro nel terzo trimestre 2021
3 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Ottobre 2021, 14:30

(Teleborsa) - Recordati, gruppo farmaceutico internazionale quotato su Euronext Milan, ha registrato ricavi netti pari a 1.156,2 milioni di euro nei primi nove mesi del 2021, in crescita del 5,7% (+8,6% a cambi costanti) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I risultati, si legge nella nota sui conti trimestrali, riflettono un effetto cambio negativo pari a circa 31,7 milioni di euro e il contributo per 59,4 milioni di euro del nuovo prodotto Eligard (acquisito in licenza da Tolmar International nel mese di gennaio). Al netto di questi effetti, la crescita è stata pari al 3,2%.

L'EBITDA è pari a 447,9 milioni di euro, in crescita del 2,1% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con un'incidenza sui ricavi del 38,7%. L'utile netto rettificato, pari a 313,4 milioni di euro, è in flessione dell'1,3% rispetto allo stesso periodo del 2020 principalmente per i maggiori oneri finanziari netti, con un'incidenza sui ricavi del 27,1%. La posizione finanziaria netta al 30 settembre evidenzia un debito netto di 714,7 milioni di euro, che si confronta con un debito netto di 865,8 milioni di euro al 31 dicembre 2020. Il Free cash flow è stato pari a 352,9 milioni di euro, in aumento di 69,6 milioni rispetto ai primi nove mesi del 2020.

I ricavi del terzo trimestre sono aumentati a 385,4 milioni di euro da 333,6 milioni di un anno fa. L'EBITDA è passato a 147,4 milioni di euro da 127,7 milioni e l'utile netto a 89,3 milioni di euro da 77,2 milioni. L'utile rettificato è stato di 103 milioni di euro (+12,6%).

"Il terzo trimestre del 2021 ha confermato le tendenze già registrate nel secondo trimestre con una progressiva ripresa dei principali mercati di riferimento del Gruppo e il ritorno a condizioni operative più vicine alla normalità sebbene perdurino limitazioni all'accesso al personale medico in diversi paesi e misure di distanziamento sociale che impattano su alcune categorie di prodotti", ha dichiarato l'AD Andrea Recordati.

"La ripresa nel segmento dedicato ai farmaci specialisti e di medicina generale, unitamente al contributo del nuovo prodotto Eligard e al continuo incremento del segmento delle malattie rare, ha determinato risultati finanziari dei primi nove mesi in linea con le aspettative fissate a inizio anno, che prevedevano per il 2021 ricavi compresi tra 1.570 milioni e 1.620 milioni, EBITDA compreso tra 600 e 620 milioni e utile netto rettificato compreso tra 420 e 440 milioni - ha aggiunto - Sulla base delle attuali tendenze, prevediamo che i risultati per l'intero esercizio si attestino nella parte bassa del range, con la recente ripresa nel mercato dei prodotti legati a patologie influenzali che difficilmente compenserà completamente l'impatto negativo registrato nella prima parte dell'anno, ipotizzando che non vi siano nuove significative ondate di restrizioni da Covid-19".

Il consiglio di amministrazione ha deliberato di distribuire agli azionisti un acconto sul dividendo relativo all'esercizio 2021 pari a 0,53 euro (al lordo delle ritenute di legge) e di dare avvio ad un programma di acquisto di azioni proprie per massime 1.000.000 azioni - al corrispettivo massimo di 60 milioni di euro - con finalità di acquisto di azioni Recordati da destinare a servizio dei piani di stock options.

© RIPRODUZIONE RISERVATA