Axpo Italia, Pulsee lancia la bolletta condivisa: la sharing economy arriva dentro casa

Simone Demarchi amministratore delegato di Axpo Italia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Febbraio 2020, 13:41

Arriva la bolletta condivisa dentro casa. A lanciare il progetto è Pulsee che propone in anteprima la possibilità di dividere il costo della bolletta di luce e gas tra tutti i coinquilini, che potranno pagare la propria parte direttamente all'operatore energetico. Così l'energy company full digital di Axpo Italia porta la «sharing economy» nelle abitazioni. Il servizio consente di suddividere il costo delle utenze di luce e gas fino a cinque coinquilini, a ciascuno dei quali verrà notificata via mail la propria quota da pagare. La spartizione della spesa della bolletta avviene sulla base delle percentuali scelte e indicate dagli stessi coinquilini che dividono i consumi in base alle superfici occupate, al tempo di utilizzo o in base al numero delle persone. 

Il servizio «Cost Sharing» è già disponibile ed è gratuito. Dalle prossime settimane, inoltre, grazie a una delle startup incubate da Pulsee, SplittyPay, sarà disponibile anche un nuovo sistema di pagamento della bolletta che permette di saldare online la propria quota direttamente a Pulsee. 

«Di sharing economy come nuovo fenomeno sociale ne hanno parlato e parlano economisti e sociologi, come Rachel Botsman o Arun Sundararajan forti sostenitori del potere della collaborazione attraverso l’uso della tecnologia per trasformare il mondo», spiega Simone Demarchi amministratore delegato di Axpo Italia. «Gli esempi concreti non mancano: c’è l’house sharing degli universitari e oggi anche di uomini e donne più adulte. Il car sharing o il co-working, fino al crowdfunding, altro esempio in ambito finanziario di condivisione. In questo scenario mancava lo sharing dell’energia, che abbiamo voluto mettere a disposizione dei nostri clienti. È un servizio che interessa un numero sempre maggiore di persone e che risponde alla mission di Pulsee: proporre un modo di fruire l’energia che mette al centro le esigenze quotidiane delle persone, la loro libertà di scegliere, la semplicità di fruizione e il consumo sostenibile». 

Per attivare Pulsee basta un computer o uno smartphone: per avviare la fornitura è sufficiente il proprio codice fiscale, una bolletta recente e il codice Iban o una carta di credito. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA