Prevalgono le vendite a New York

Mercoledì 18 Settembre 2019
(Teleborsa) - Sessione debole per il listino USA, che scambia con un calo dello 0,25% sul Dow Jones; si posiziona sotto la parità l'S&P-500, che retrocede a 2.994,42 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,51%), come l'S&P 100 (-0,4%).

Gli investitori sono in tensione: attendono di conoscere la decisione della Fed sui tassi d'interesse, con gli esperti convinti in un nuovo taglio del costo del denaro di 25 punti base dopo quello deciso a fine luglio.

Apprezzabile rialzo nell'S&P 500 per il comparto utilities. Tra i più negativi della lista dell'S&P 500, troviamo i comparti energia (-0,73%), beni industriali (-0,73%) e informatica (-0,54%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Merck & Co (+0,81%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Caterpillar, che ottiene -1,26%.

Vendite su United Health, che registra un ribasso dell'1,12%.

Giornata fiacca per Visa, che segna un calo dello 0,95%.

Piccola perdita per Exxon Mobil, che scambia con un -0,68%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano KLA-Tencor (+2,50%), Applied Materials (+1,38%), Illumina (+0,89%) e Henry Schein (+0,73%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Alexion Pharmaceuticals, che continua la seduta con -3,82%.

Tonfo di Netflix, che mostra una caduta del 3,64%.

Lettera su Ctrip.Com International Spon Each Rep, che registra un importante calo del 3,12%.

Affonda Adobe Systems, con un ribasso del 3,06%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma